Modello F24

Il modello F24 è un modulo che si utilizza per il versamento di contributi, imposte e altri importe a favore dello Stato, Comuni, Regione e degli Enti Previdenziali.

F24 Editabile (Scaricare)

Per scaricare e compilare il F24 editabile, direttamente online clicca qui……

 

 

Il modulo f24 per quali tasse può essere utilizzato?

Il modello f24 può essere utilizzato per pagare molte tasse, tra cui:
– Tassa di rifiuti (TARI).
– Canone televisivo.
– Interessi nei pagamenti a rate.
– Ritenute d’acconto.
– Tributo per i servizi indivisibili (TASI).
– Imposta sui redditi e ritenute alla fonte.
– Imposta municipale propria per tutti i comuni (IMU).
– Addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF).
– Addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF).
– Imposta regionale sulle attività produttive (IRAP).
– Contributi e premi INPS, ENPALS, INPDAI, INPDAP, INAIL.
– Imposta sul valore aggiunto (IVA).
– Imposte sostitutive delle imposte sui redditi e dell’IVA.

Anche si può essere utilizzato per pagare tutte le somme in caso di -compresi interessi e sanzioni-:
– Ravvedimento.
– Avviso di accertamento.
– Accertamento con adesione (concordato).
– Liquidazione e controllo formale della dichiarazione.
– Avviso di irrogazione sanzioni.
– Conciliazione giudiziale.

Come è composto il modulo F24?

Il modello F24 si divide in sezioni, ognuna per un diverso percettore:
– erario: è per lo Stato. I codici delle imposte son di 4 cifre, es. 1040 per l’IVA.
-INPS: è per l’INPS. I contributi per lavoratori independenti, associati in partecipazione, lavoratori a progetto e altre categorie.
– regioni: tributi di competenza regionale, es. l’addizionale regionale all’IRPEF.
– ICI/IMU e altri tributi locali: competenza comunale, es. l’addizionale comunale all’IRPEF.
– altri enti previdenziali  ed assicurativi: pagamento verso l’LNAIL.

Le informazioni anagrafiche relativa al contribuente: codice fiscale, dati anagrafici e domicilio fiscale.

 

Le tasse possono essere compensate?

La risposta alla domanda è sì. Il F24 editabile ha la possibilità di compensare i crediti del pagatore con ogni debito presente nel modulo. Questa opzione è ampiamente utilizzata delle imprese, poiché rende molto più facile per loro pagare le tasse, in particolare per i grandi capitali che gestiscono. Uno dei casi più frequenti è la compensazione dei debiti per contributi di lavoro dipendente con dei crediti IVA.
Ma devi tenerlo presente che per alcuni tipo di debito, il legislatore prescrive la non compensabilità con un credito, come accade per
esempio nel caso del pagamento per il condono/2002.

Modalità di versamento

Il pagamento del modello F24 può essere effettuato:
* con carta PagoBancomat
* con carta Postamat, con addebito su conto corrente postale -in qualunque ufficio postale-.
* con assegno bancario o postale, tratto dal contribuente a favore di sè stesso o con assegno circolare o vaglia postale emesso all’ordine dello stesso contribuente e girato per l’incasso alla banca/ posta.  L’assegno o il vaglia devono essere di importo pari al SALDO (M – N) dell’F24. Se l’assegno postale è utilizzato per pagare tramite Posta, l’operazione deve essere eseguita all’ufficio postale ove è radicato il conto corrente. Se l’assegno è scoperto o non pagabile il pagamento si considera omesso.
* con assegno circolare e vaglia cambiario.
* homebanking -per i privati-.
* internet corporate banking -per le imprese-.

Pago subito online

Il F24 si può pagare online, cosa ti permette di effettuare il pagamento di IMU, TARI, IVA e altri tributi direttamente online. Come devi farlo?

1. Devi aprire questo link:  Poste.it
2. Dopo esserti autenticato, devi essere incerto i datti del modello F24.
3. Controlla che tutti i datti che hai inserito sono corretti.
4. Paga con: BancoPosta, PostePay, carta PostePay, carta di credito Visa e MasterCard.
5. Troverai la quietanza nella sezione “le tue operazioni”.
6. Devi scegliere il tipo di pagamento in base a ciò che vuoi pagare:
F24: per pagare tasse, contributi e imposte (TASI, IVA, IMU).
F24 Semplificato: per pagare imposte degli enti locali, erariali e regionali. In modalità semplificata.
F24 Accise: per pagare Accise e versamenti ai Monopoli di Stato.