Acciona riceve due contratti di trattamento dell’acqua per un valore di 30 milioni di euro in Italia

MADRID, 25 gennaio (EUROPA-PRESSE) –

Acciona ha ricevuto due contratti per la manutenzione delle reti sanitarie e di approvvigionamento di Roma e il rinnovo di oltre 30 chilometri di reti idriche nel sud del Paese per un totale di quasi 30 milioni di euro.

Il primo contratto prevede la manutenzione delle reti idrotermosanitarie nel centro della Capitale, compresa Città del Vaticano, ed è stato commissionato da ACEA ATO 2, società pubblica responsabile della gestione del ciclo idrico integrale a Roma, per un periodo di due anni di 15 milioni di euro.

Il gruppo, presieduto da José Manuel Entrecanales, sarà invece responsabile della ristrutturazione di 30,5 chilometri di reti idriche nei comuni di Barletta, Bisceglie, Trani e Minervino nella regione Puglia del sud Italia.

Questo contratto, aggiudicato dall’Acquedotto Pugliese, uno dei più antichi acquedotti pubblici d’Italia e il più lungo d’Europa fino agli anni ’90, ha un valore complessivo di 14,7 milioni e una durata di due anni.

Questo progetto mira a migliorare la distribuzione dell’acqua nella regione, garantire la sicurezza della rete e ridurre le perdite d’acqua, comprese misure per migliorare il controllo e il monitoraggio delle pressioni e di altre quantità idrauliche in queste città.

ESPERIENZA IN ITALIA

Acciona è presente in Italia dal 2000 e ha sedi a Milano e Roma e più di 550 dipendenti. L’area acquatica dell’azienda serve più di 2,5 milioni di persone e ha 40 contratti in diverse regioni del paese.

Tra i progetti più importanti si segnalano l’impianto di dissalazione Saras, che fornisce acqua demineralizzata alla raffineria Sarlux in Sardegna, l’esercizio e la manutenzione di 260 impianti di depurazione dell’isola e il miglioramento delle reti fognarie e di approvvigionamento.

Alle Isole Pelagie (Pantelleria, Linosa e Lampedusa) l’azienda si occupa dell’approvvigionamento di acqua potabile mediante l’utilizzo di impianti modulari di dissalazione.

Nel campo delle pulizie sono stati realizzati progetti anche in regioni come Sardegna, Lazio, Puglia, Piemonte, Lombardia, Toscana, Liguria e Sicilia. Tra l’altro sono stati ampliati l’impianto di depurazione di Guidonia (Roma) e l’impianto di biofiltrazione di Scicli (Sicilia) e sono stati ammodernati alcuni impianti di depurazione a Bari, Cagliari e Milano.

La società ha inoltre realizzato opere infrastrutturali, come il passaggio a livello che collega Bologna con la linea Alta Velocità Milano-Napoli, l’ampliamento dell’aeroporto di Fiumicino a Roma e la realizzazione del mercato agroalimentare nella capitale italiana.

La divisione energia ha sviluppato sei parchi eolici (Cocullo, Baltera, Isola I, Caccamo, Piain dei Corsi e Santa Anna) con una capacità installata totale di 156 megawatt (MW). L’azienda è recentemente entrata nel campo della mobilità elettrica condivisa in Italia, dove da settembre ha gestito 1.700 moto a Roma e più di 300 a Milano.

Lascia un commento