Almeno 19 sono stati arrestati in un raid della polizia italiana su una rete di traffico di esseri umani

ROMA, 5 dicembre (DPA / EP) –

La polizia italiana questo sabato ha segnalato l’arresto di 19 persone che hanno trafficato migranti che hanno aiutato ad attraversare il confine con la Francia fino a raggiungere il nord Europa.

I detenuti fanno parte di un gruppo di curdi iracheni, afgani, pakistani e italiani che, secondo dichiarazioni della polizia, sarebbero accusati di far parte di un’organizzazione criminale che promuove l’immigrazione illegale.

Il gruppo non solo ha organizzato pericolose rotte marittime nel Mediterraneo orientale, ma ha anche fornito ai migranti documenti falsi al loro arrivo in Italia e ha organizzato il trasporto notturno in Francia attraverso il valico di Ventimiglia.

Agli interessati sarebbero addebitati circa 6.000 euro per l’intero viaggio, che, secondo la polizia italiana, vengono solitamente pagati dai loro parenti tramite bonifico bancario o ai “punti di raccolta” in Turchia.

L’indagine è iniziata nel 2018 dopo lo sbarco dei migranti a Siracusa, nella Sicilia orientale. Gli arresti sono avvenuti a Bari, Milano, Torino e Ventimiglia.

Lascia un commento