Amazon e Salvatore Ferragamo stanno intentando due azioni legali congiunte contro i contraffattori dei loro prodotti

MADRID, 11 febbraio (EUROPA-PRESSE) –

Amazon e Salvatore Ferragamo hanno intentato congiuntamente due azioni legali contro quattro persone e tre società per contraffazione di prodotti a marchio italiano. Gli imputati hanno tentato di vendere prodotti contraffatti sul negozio Amazon in violazione delle politiche della multinazionale, dei diritti di proprietà intellettuale di Ferragamo e della legge.

La causa è stata intentata in un tribunale distrettuale occidentale a Washington, USA, sostenendo che gli imputati hanno cospirato per utilizzare i marchi Ferragamo senza autorizzazione e per fuorviare i clienti circa l’autenticità, l’origine e l’associazione dei prodotti con il marchio italiano.

Amazon vieta severamente la vendita di prodotti contraffatti nei suoi negozi. Solo nel 2019, sono stati investiti oltre 500 milioni di dollari per proteggere clienti e marchi da frodi e abusi, compresa la vendita di prodotti contraffatti.

Gli sforzi di Amazon per prevenire le vendite contraffatte si concentrano sulla “selezione rigorosa” dei venditori, sull’applicazione di tecnologie avanzate basate sul machine learning e sullo sviluppo di strumenti come Project Zero, Brand Registry e Transparency. Come risultato di questi sforzi, va notato che il 99,9% di tutti i prodotti visualizzati dai clienti su Amazon non ha ricevuto un reclamo falso valido.

Inoltre, nel giugno 2020 Amazon ha lanciato la sua divisione Counterfeit Crimes, un team globale dedicato a dare la caccia a malintenzionati e garantire che siano ritenuti responsabili delle loro azioni conformi, oltre a lavorare con le forze dell’ordine.

Amazon ha già intentato azioni legali contro i contraffattori, inclusa una causa contro persone che utilizzano i social media per promuovere e facilitare la vendita di merci contraffatte, nonché azioni legali congiunte con il marchio italiano Valentino, il marchio di cosmetici KF Beauty, il marchio di accessori da viaggio per famiglie JL Childress e YETI.

“Non consentiamo la contraffazione nella nostra attività e abbiamo chiarito che stiamo intraprendendo un’azione decisa per perseguire coloro che cercano di eludere i nostri sforzi di protezione dei marchi”, ha affermato Dharmesh Mehta, vicepresidente della fiducia dei clienti e supporto dei partner di Amazon. .

“Attraverso la nostra divisione Counterfeit Crime, abbiamo lavorato a stretto contatto con marchi di lusso e cosmetici, piccole imprese e marchi riconosciuti a livello internazionale. Continueremo a lottare per proteggere la proprietà intellettuale di tutti i nostri partner commerciali, siano essi imprese familiari o grandi società. ” Ha aggiunto.

Lascia un commento