Arresto di un uomo che ha tentato di viaggiare dall’Italia al Costa Rica con un bambino di 3 anni senza l’autorizzazione dei genitori

Il suo cognome era stato recentemente cambiato in quello del detenuto

MADRID, 5 marzo (EUROPA PRESS) –

La polizia nazionale ha arrestato un uomo di nazionalità rumena all’aeroporto di Barajas come sospettato autore di un crimine di tratta di esseri umani per aver intenzione di viaggiare dall’Italia in Costa Rica con un bambino di tre anni e non ha fornito una versione coerente del suo viaggio, né dell’origine degli $ 11.000 in contanti che aveva con sé.

Il minore, anch’egli cittadino rumeno, ha viaggiato senza la necessaria autorizzazione di entrambi i genitori. Dopo aver consultato i database nel suo paese di origine, gli agenti hanno anche scoperto che il suo cognome era cambiato di recente.

L’indagine è iniziata quando hanno riferito attraverso il filtro d’ingresso all’aeroporto Adolfo Suárez Madrid-Barajas che c’era una persona accompagnata da un minore che poteva essere responsabile di un crimine di tratta di esseri umani. Gli agenti anti-tratta del gruppo hanno intervistato questa persona, che ha detto di essere arrivata dall’Italia e di avere un biglietto per visitare la Costa Rica con scalo nel nostro Paese.

Dopo avergli chiesto del suo viaggio, ha assicurato che il più giovane era suo figlio, che spesso si scontrava e non era in grado di costruire una storia credibile. Dichiarò anche di non avere né lavoro né reddito, anche se aveva cinquemila dollari nel portafoglio e altri seimila in valigia, senza dire da dove provenissero.

BAGAGLI BASSI E NESSUN PERMESSO

Il bagaglio che portavano consisteva in una piccola valigia e uno zaino, che erano insufficienti per un adulto e un bambino per un viaggio di nove giorni. Gli agenti hanno effettuato le verifiche pertinenti e hanno riscontrato che, secondo la legge rumena, i minori devono viaggiare davanti a un notaio con il consenso di entrambi i genitori, documento che mancava all’arrestato.

Allo stesso modo, gli agenti potrebbero verificare se il cognome del bambino è stato recentemente cambiato in quello del detenuto. Il minore era sotto protezione in un centro della Comunità di Madrid e la persona è stata arrestata in quanto presunto autore di un reato di tratta di esseri umani e rapimento di minori.

Lascia un commento