Bruxelles annuncia che la Spagna riceverà “presto” la prima sezione del SURE, ma non specifica quando o quanto

BRUXELLES, 22 ottobre (EUROPA PRESS) –

Spagna, Italia e Polonia saranno i primi paesi dell’UE a ricevere le prime tranche dei loro prestiti dal Fondo europeo contro la disoccupazione, secondo il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, che, tuttavia, non ha precisato la data esatta né l’importo dell’aiuto.

In un videomessaggio sul social network Twitter, l’azienda tedesca si è limitata ad annunciare che questi saranno i primi tre paesi a beneficiare di questo strumento. “Sono stati duramente colpiti dalla crisi e sono lieto che SURE possa portarti sollievo”, ha detto Von der Leyen.

In risposta alle domande di Europa Press, fonti dell’Esecutivo comunitario hanno preferito non divulgare ulteriori informazioni sull’operazione, come la data esatta in cui verrà effettuato il pagamento, l’ammontare della prima tranche che la Spagna riceverà o il tasso di interesse del Prestito.

Quella notizia arriva due giorni dopo che la Commissione Europea ha lanciato la prima emissione di debito per finanziare SURE, in cui ha raccolto un totale di 17.000 milioni di euro e registrato una domanda che ha moltiplicato l’importo per quattordici (233.000 milioni).

La Spagna è il secondo paese a chiedere più soldi all’UE da SURE, subito dietro l’Italia (27.400 milioni) e davanti alla Polonia (11.200 milioni). In particolare, il governo ha concesso un prestito di 21.325 milioni di euro per finanziare parte delle spese per il pagamento di ERTE e dei servizi per la cessazione delle attività a causa della pandemia Covid-19.

Un totale di 17 Stati membri hanno richiesto prestiti a questo fondo, che l’UE ha lanciato all’inizio della pandemia, per sostenere i programmi di ogni paese con un massimo di 100 miliardi di EUR al fine di mantenere l’occupazione ed evitare un’enorme ondata di licenziamenti a causa delle misure per Prevenire la diffusione del virus.

Lascia un commento