Cvirus-Sánchez e Armengol discutono dei piani per eseguire test diagnostici sui viaggiatori nazionali

Il capo dell’esecutivo regionale chiede che vengano accelerate le trattative sui test nei porti e negli aeroporti

PALMA DE MALLORCA, 25 novembre (STAMPA EUROPEA) –

Il presidente del governo centrale, Pedro Sánchez, e il presidente del governo delle Baleari, Francina Armengol, si sono incontrati prima del vertice bilaterale Spagna-Italia tra il XIX secolo. La Spagna ha tenuto una riunione informale durante la quale hanno discusso i piani per eseguire test diagnostici per i passeggeri COVID-19a provenienti da altre comunità autonome delle Isole Baleari.

Ad esempio, Sánchez e Armengol hanno bevuto il caffè per 20 minuti prima dell’arrivo del primo ministro italiano Giuseppe Conte al vertice al Palazzo dell’Almudaina di Palma e hanno discusso, tra l’altro, della possibilità di portare test diagnostici per il Coronavirus sui viaggiatori nazionali in arrivo nelle isole, e coinvolgere le Isole Baleari nei fondi europei per la ricostruzione, hanno riferito le Isole Baleari.

Conte e Sánchez si incontreranno questo mercoledì a Palma in un vertice in cui i due governi metteranno in scena le loro relazioni bilaterali e consultazioni a livello europeo e allo stesso tempo vogliono dare nuovi impulsi. Al vertice parteciperanno tre vicepresidenti del governo spagnolo, sette ministri e nove ministri italiani.

Nelle dichiarazioni ai media dopo aver partecipato a un minuto di silenzio in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Armengol ha affermato che la questione dei test nei porti e negli aeroporti, sebbene abbia assicurato che deve “accelerare”.

Armengol ha affermato che i contatti con i vari ministeri coinvolti e con Moncloa sono “quotidiani” e si è assicurato che Pedro Sánchez conoscesse “perfettamente” la situazione nelle Isole Baleari in questo momento.

Lascia un commento