Draghi conferma la riapertura delle scuole primarie da Pasqua

MADRID, 26 marzo (EUROPE PRESS) –

Il premier italiano Mario Draghi questo venerdì ha confermato la riapertura delle scuole elementari da Pasqua, comprese quelle situate nella zona rossa del semaforo epidemiologico.

Draghi ha dichiarato che il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi “si sta adoperando affinché la riapertura venga eseguita correttamente” e non esclude che “in alcuni casi si possano fare dei test”.

“L’evidenza scientifica mostra che le scuole fino alla prima media sono un punto di contagio molto limitato”, anche se le attività extrascolastiche, sottolinea, non verranno riprese, afferma Adnkronos

In una conferenza stampa davanti ai giornalisti a Roma, Draghi ha approvato le nuove restrizioni dell’Unione europea all’esportazione di alcuni vaccini e ha criticato alcune aziende farmaceutiche per aver venduto “due o tre volte” le loro lattine.

Ha anche affrontato le recenti polemiche sorte nel Paese dopo che una dozzina di operatori sanitari sono stati sospesi dal lavoro e dallo stipendio per non voler ricevere il vaccino contro il coronavirus, rilevando che “il governo intende intervenire” quindi “Non va bene per i non vaccinati entrare in contatto con i malati “.

Riguardo alla possibilità di una imminente riapertura dell’economia, Draghi ha affermato che, sebbene auspicabile, tutto “dipenderà interamente” dai dati disponibili.

Nelle ultime 24 ore il Ministero della Salute ha confermato 23.987 nuovi contagi e 457 decessi per coronavirus. Un totale di 107.256 persone sono morte a causa della malattia, di cui 3.488.530 casi sono stati diagnosticati fino ad oggi.

Lascia un commento