DRAGO, la prima termocamera a infrarossi di IACTEC, viene portata con successo nello spazio


SANTA CRUZ DE TENERIFE, 24 gennaio (EUROPE PRESS) –

La telecamera a infrarossi DRAGO, sviluppata dal team IACTEC Espacio presso l’Instituto de Astrofísica de Canarias (IAC) e integrata nel satellite ION dell’azienda italiana D-Orbit (missione PULSE), è stata installata con successo a bordo di un Falcon 9 ins Tutti hanno portato un razzo dallo spazio X.

La cosiddetta missione Transporter 1 è riuscita a decollare dal binario 40 della Cape Canaveral Space Force Station in Florida (USA) nelle prime ore del mattino della finestra di lancio, iniziata alle 15:00 UTC.

Sebbene l’inizio sia stato posticipato da giovedì a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli, il team del progetto DRAGO ha seguito con nervosismo ed entusiasmo ciascuno dei conti alla rovescia pianificati dalla sede IACTEC nel nuovo La Laguna Science Park (Tenerife).

Durante le varie giornate, rappresentanti del Cabildo de Tenerife hanno attraversato la sala di sorveglianza del lancio, che è stata attivata nella sala polivalente dell’edificio. I membri del gruppo Teidesat dell’Università di La Laguna hanno contribuito a trasmettere l’evento in diretta su YouTube.

Rafael Rebolo, Direttore dell’IAC, ha dichiarato: “Con questo desk tecnologico, grazie ai finanziamenti previsti dal Ministero della Scienza e dell’Innovazione, possiamo iniziare a costruire un microsatellite più potente presso IACTEC a breve termine, promuovendo questo settore tecnologico nel Isole Canarie”.

DRAGO (Demonstrator of Remote Analysis of Ground Observations), il primo strumento completamente sviluppato nello spazio IACTEC, è una telecamera spaziale a infrarossi a onde corte per l’osservazione della Terra. Non appena DRAGO è in orbita e ha messo in funzione il satellite e la sua strumentazione, può ricevere simultaneamente immagini infrarosse del nostro pianeta in due lunghezze d’onda nella gamma SWIR (1,1 e 1,6 micrometri).

La fotocamera contiene anche un potente hardware e software per l’acquisizione di immagini ad alta velocità (fino a 160 fps). Questi componenti elettronici consentono l’elaborazione integrata delle immagini, comprese funzioni come super risoluzione, compressione e crittografia.

Con un peso di 1 chilogrammo e un consumo di 6 watt, paragonabile a una tradizionale lampada a LED, DRAGO è già un punto di riferimento nel settore emergente NewSpace, che sta dando forma a una nuova economia basata sulla cosiddetta “democratizzazione dello spazio”.

Per Álex Oscoz, Principal Investigator presso IACTEC-Espacio, “i dettagli tecnici di questa telecamera sia nell’hardware che nel software costituiscono uno sviluppo rivoluzionario che fornirà alla nuova industria spaziale uno strumento rivoluzionario per acquisire informazioni a infrarossi dallo spazio ricevendo dimensioni, peso e consumo di energia “.

IACTEC condurrà le operazioni di dimostrazione e convalida in orbita in coordinamento con D-Orbit. La fotocamera scatta immagini a infrarossi delle Isole Canarie e di altre parti del pianeta per testarne l’uso in varie applicazioni di osservazione della terra.

José Alonso, Manager di IACTEC-Espacio, sottolinea: “Tra le molteplici applicazioni di questa tecnologia, che consentono di mostrare fenomenologia e proprietà fisiche che non sono accessibili nel visibile, contribuisce alle sfide odierne come la lotta contro gli incendi boschivi o combattere gli incendi boschivi “. Proteggere l’ambiente dagli effetti dei cambiamenti climatici “.

ESEMPIO DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Uno dei traguardi più importanti raggiunti con DRAGO è stata l’integrazione dello strumento in una piattaforma satellitare come ION. A tale scopo, è stato utilizzato un innovativo approccio plug-and-play, in cui la telecamera è stata integrata in una struttura CubeSat standardizzata, che è collegata all’interfaccia elettrica e dati del vettore satellitare.

Questo sistema riduce notevolmente i tempi ei costi necessari per preparare e pilotare un carico utile in una missione dimostrativa e semplifica il suo funzionamento. “Questo approccio di integrazione ci ha consentito di ottenere l’approvazione di DRAGO come payload ospitato in tempi record”, spiega Alfonso Ynigo, IACTEC-Espacio Systems Engineer.

Oltre al suo design innovativo e al complesso sviluppo tecnologico, DRAGO ha richiesto rigorosi test ambientali prima del lancio in orbita per dimostrare la sua capacità di resistere alle dure condizioni di lancio e spazio.

Questi test sono stati effettuati per diverse settimane presso le strutture dell’Istituto nazionale di tecnologia aerospaziale (INTA) a Torrejón de Ardoz, Madrid, e presso il Centro di tecnologia aeronautica (CTA) ad Álava.

DRAGO consolida IACTEC-Espacio come ambiente pionieristico e multidisciplinare nelle Isole Canarie nello sviluppo di capacità tecnologiche per la sua applicazione in progetti relativi all’uso di carichi utili di piccoli satelliti e all’elaborazione di dati per l’osservazione spaziale.

IACTEC-Espacio è un programma integrato in IACTEC, la divisione di collaborazione tecnologica e commerciale dell’IAC, finanziato nell’ambito del programma TFINNOVA 2016-2021 dell’Insular Development Strategic Framework (MEDI) e dei fondi e delle infrastrutture di sviluppo delle Isole Canarie (edificio IACTEC) del Cabildo Insular de Tenerife.

Lascia un commento