Enel aumenta il suo utile netto nel 2020 del 20% a 2.610 milioni

MADRID, 18 marzo (EUROPA PRESS) –

Enel ha realizzato nel 2020 un utile netto di 2.610 milioni di euro, in crescita del 20% rispetto all’anno precedente, ha riferito l’azienda energetica italiana.

Il risultato ordinario del gruppo, capogruppo della spagnola Endesa, è cresciuto lo scorso anno del 9% a 5.197 milioni di euro rispetto ai 4.767 milioni di euro dell’anno precedente.

Il fatturato di Enel lo scorso anno è stato di 64.985 milioni di euro, in calo del 19% rispetto al 2019, influenzato negativamente dall’impatto della pandemia sulle vendite di gas ed elettricità in Italia e Spagna, nonché dalla diminuzione dell’attività commerciale e dall’impatto del tasso di cambio in America Latina .

Il margine operativo lordo (Ebitda) a fine 2020 ammontava a 16.816 milioni di euro, che corrisponde a un decremento del 5%. L’Ebitda ordinario è rimasto praticamente sui livelli dell’anno precedente a 17.940 milioni di euro.

L’indebitamento finanziario netto del gruppo italiano alla fine dello scorso anno era di 45.415 milioni di euro, in lieve aumento rispetto ai 45.175 milioni di euro di fine 2019, principalmente per effetto degli investimenti effettuati nel periodo in esame e dell’acquisizione di ulteriori partecipazioni da Enel Américas ed Enel Chile.

Supera i 10.000 milioni di investimenti e aumenta il dividendo del 9%.

Gli investimenti delle società energetiche nel 2020 sono aumentati del 2,5% e hanno raggiunto i 10.197 milioni di euro nel periodo in esame.

Enel ha invece proposto un dividendo complessivo di 0,358 euro per azione per l’esercizio 2020, di cui 0,175 euro per azione già versato in acconto lo scorso gennaio, il 9,1% in più della remunerazione ai propri azionisti di 0,328 euro in 2019.

Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, ha affermato che i risultati per il 2020 “sottolineano il forte impegno del Gruppo per una crescita sostenibile, come testimoniano gli oltre 10 miliardi di euro investiti nel corso dell’anno”.

Ha inoltre sottolineato che gli investimenti delle società energetiche “sono orientati verso un modello di business sostenibile e integrato basato su energie rinnovabili, distribuzione e servizi energetici avanzati, utilizzando il ruolo principale della digitalizzazione e delle piattaforme”.

Lascia un commento