Enel fornisce energia rinnovabile da un progetto ibrido eolico alla Kellogg Company negli Stati Uniti

MADRID, 3 marzo (EUROPA PRESS) –

Enel fornirà alla società Kellogg energia rinnovabile derivante dal progetto eolico di stoccaggio “Azure Sky”, che la società energetica italiana ha iniziato a costruire nella contea di Throckmorton, in Texas.

In particolare, grazie ad un contratto di acquisto per 100 megawatt (MW) di elettricità virtuale (VPPA), Enel venderà al produttore alimentare una quota di 360 gigawattora (GWh) dell’elettricità consegnata annualmente alla rete dal “Cielo Azzurro” progetto eolico. Ciò corrisponde al 50% del volume di energia utilizzata negli impianti di produzione nordamericani della Kellogg Company.

Il parco eolico da 350 MW, insieme a uno stoccaggio in batteria di circa 137 MW, sarà il terzo progetto ibrido di Enel negli Stati Uniti in cui una centrale rinnovabile è integrata in un sistema di accumulo di batterie su scala di approvvigionamento.

L’amministratore delegato di Enel Green Power e direttore del business Global Power Generation di Enel, Salvatore Bernabei, ha ritenuto che ‘Azure Sky’ fosse il primo grande progetto a combinare eolico e stoccaggio e il più grande gruppo ibrido globale per i sistemi “, ha proseguito Enel Impegno a guidare la transizione energetica in la direzione di una rete elettrica rinnovabile al 100% “.

Come stabilito nell’accordo di fornitura, Kellogg fornirà quasi 360 GWh di elettricità all’anno da Enel per aiutare l’azienda alimentare a base vegetale a raggiungere lo sforzo combinato di oltre il 50% di energia rinnovabile e il 50% del suo obiettivo. Global “better days” Riduzione delle emissioni di gas serra di Scope 1 e 2 del 65%.

L’acquisto di elettricità rinnovabile da parte di Kellogg equivale alla quantità di elettricità necessaria per alimentare più di 43.000 case all’anno in Nord America e si stima che farà risparmiare più di 250.000 tonnellate di anidride carbonica (CO2) all’anno, che è la quantità di carbonio catturata da 330.000 acri di foresta americana ogni anno, un’area più grande di quella del Rocky Mountain National Park.

OLTRE 1.300 GWH all’anno

Le 79 turbine eoliche del progetto “Azure Sky” dovrebbero generare più di 1.300 GWh all’anno, che verranno immessi in rete e caricheranno la batteria situata nello stesso sistema.

L’elettricità annua generata dal progetto equivale ad evitare l’emissione in atmosfera di oltre 842.000 tonnellate di CO2 all’anno. Il sistema di accumulo a batteria può immagazzinare l’energia generata dalle turbine eoliche e allo stesso tempo fornire servizi per migliorare la flessibilità della rete. Con circa 137 MW, il sistema sarà uno dei più grandi sistemi di accumulo di energia della batteria al mondo.

Lascia un commento