Francia e Italia concordano di promuovere la cooperazione nei settori della salute, dello spazio e dei microprocessori

MADRID, 20 marzo (EUROPA PRESS) –

I governi di Italia e Francia hanno annunciato questo sabato un accordo per promuovere la cooperazione bilaterale in settori come la salute, l’aerospazio, i microprocessori e progetti per sviluppare l’idrogeno come fonte di energia.

“Siamo riusciti a proteggere le nostre economie in Europa nel 2020 e ora dobbiamo riavviarle”, ha detto il ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire in una conferenza stampa da Roma, accompagnato dal ministro italiano dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti.

“È un’opportunità per rafforzare le catene di produzione in Europa e tra le principali nazioni industriali come l’Italia e la Francia”, ha affermato Le Maire.

I due paesi hanno collaborato a diversi progetti da quando è stato nominato il primo ministro Mario Draghi per il suo profilo tecnico. Draghi e il presidente francese Emmanuel Macron hanno coordinato questa settimana la sospensione dell’uso del vaccino AstraZeneca.

Questi progetti mirano a rafforzare l’indipendenza di entrambi i paesi in settori strategici a livello europeo come l’assistenza sanitaria attraverso la cooperazione nei settori della biotecnologia o dell’aerospaziale con i missili spaziali. “L’indipendenza dell’UE” è in gioco, ha detto Le Maire.

Italia e Francia definiranno quindi una strategia comune per il sistema di lancio Ariane 6 e vogliono “una roadmap per i missili europei” a cui vogliono aggiungere la Germania prima dell’estate.

Nel campo dell’idrogeno, vogliono identificare le aziende che possono lavorare a stretto contatto, così come nei componenti elettrici in modo che siano meno dipendenti dall’Asia, ha detto Le Maire.

Da parte sua, Giorgetti ha dichiarato che non ci sono piani per la partecipazione del pubblico a Stellantis NV, risultato della combinazione di Fiat Chrysler Automobiles NV e PSA Group. Sì, è previsto un piano per la compagnia aerea Alitalia, che verrà presentato prima dell’estate.

Questa collaborazione rappresenta un cambiamento importante dopo anni di tensioni con casi come il fallimento della collaborazione tra l’italiana Fincantieri SpA e la francese Chantiers de l’Atlantique.

Lascia un commento