Gli Open Arms insistono sull’ispezione della Guardia Costiera italiana sulla loro capacità di soccorso

MADRID, 3 ottobre (EUROPE PRESS) –

La Guardia Costiera italiana ha confermato che la scialuppa di salvataggio “Open Arms” soddisfa tutti i requisiti necessari per svolgere attività di ricerca e soccorso per i migranti in possesso dei certificati necessari.

“L’ispezione a bordo della #OpenArms è stata approvata, un’ulteriore prova che stiamo rispettando tutte le normative applicabili per lo svolgimento di operazioni di soccorso in mare”, ha detto l’ONG sul suo account Twitter.

Ad esempio, la guardia costiera italiana ha ratificato che la nave “detiene i certificati di sicurezza in mare e di prevenzione dell’inquinamento, che le consentono di effettuare operazioni di ricerca e soccorso e di ospitare un totale di 320 persone”. a bordo, compreso l’equipaggio “.

La Guardia Costiera italiana “esprime la sua soddisfazione” quando rileva che il governo spagnolo, in spirito di collaborazione con l’Italia, ha preso “iniziative concrete e responsabili secondo gli standard internazionali” per la ricerca e il soccorso, tutto questo “in conformità con le specifiche Norme per tutelare la sicurezza della navigazione, prevenire l’inquinamento marino e garantire adeguati standard di vita e condizioni di lavoro a bordo “.

La “Open Arms” ha già terminato la sua quarantena nel porto di Palermo dopo che è stata autorizzata ad attraccare il 18 settembre, cosicché i 150 migranti che trasportava sono stati trasferiti su un’altra nave passeggeri, la “GNV Allegra”.

Lascia un commento