Gli ‘Open Arms’ vanno a Porto Empedocle con 265 persone soccorse nel Mediterraneo

Secondo l’OIM, più di 160 migranti intercettati nel Mediterraneo sono rientrati in Libia

MADRID, 4 gennaio (EUROPA PRESS) –

La nave di soccorso per migranti “Open Arms” salpa verso il porto italiano di Porto Empedocle. 265 persone sono soccorse a bordo nel Mediterraneo dopo che le autorità del Paese hanno dato il “via libera” all’arrivo.

“Dopo una notte difficile per le 265 persone a bordo della ‘Open Arms’, stiamo navigando verso Porto Empedocle in attesa di istruzioni”, ha detto la Ong tramite il suo account sul social network Twitter. Poco dopo, ha aggiunto, “Terra in vista e un rifugio sicuro”.

Quindi la nave si sta dirigendo verso Porto Empedocle, in Sicilia, dopo che Malta ha rifiutato il permesso di avvicinarsi alle sue coste. Secondo il quotidiano italiano “La Repubblica”, l’attracco avverrà nelle prossime ore.

A bordo della nave ci sono uomini, donne e bambini prelevati dalla nave in due distinte operazioni di soccorso al largo delle coste libiche: il primo a Capodanno con 169 persone e il secondo sabato quando sono riusciti a salvare altre 96 persone. in un’emergenza.

Open Arms è uno dei gruppi di soccorso nel Mediterraneo. I funzionari italiani hanno cercato di fermare tali iniziative, sostenendo che i migranti hanno maggiori probabilità di lasciare l’Africa se credono di essere salvati da tali gruppi.

D’altra parte, il portavoce dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), Safa Msehli, ha sottolineato che domenica notte più di 160 migranti sono stati intercettati nel Mediterraneo e rimpatriati in territorio libico.

“Ciò significa che più di 160 persone sono state detenute arbitrariamente e nuovamente maltrattate nelle ultime 24 ore”, ha detto su Twitter, prima di aggiungere che questo gruppo si unisce agli oltre 260 salvati ‘Open Arms’.

La Libia è la principale piattaforma di partenza per immigrati e richiedenti asilo che effettuano traversate pericolose per entrare nel suolo europeo. Ci sono attualmente circa 585.000 migranti nel Paese africano, secondo i dati dell’OIM, che si aggiungono alle centinaia di migliaia di sfollati a causa del conflitto.

Lascia un commento