Grillo accusa la riforma del Fondo europeo di salvataggio e mette in pericolo il governo Conte

MADRID, 5 dicembre (EUROPA PRESS) –

Il fondatore del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, questo venerdì sul suo blog ha criticato la riforma dell’European Stability Mechanism (ESM), lo strumento per organizzare i salvataggi economici nell’Unione Europea, che aggiunge incertezze sul futuro del governo italiano.

Il premier Giuseppe Conte, che governa in una coalizione composta dal movimento a cinque stelle, il Partito Democratico e Viva Italia, dovrebbe votare la riforma del MES approvata da Bruxelles mercoledì prima del Consiglio europeo.

Tuttavia, circa cinquantacinque parlamentari stellari hanno assicurato che voteranno contro, il che sulla carta significa che il ramo esecutivo non ha abbastanza voti per prevalere in questo processo.

In questo clima, il messaggio di Grillo contro il meccanismo, da lui definito “inadeguato”, ha fatto poco per calmare la marea nella coalizione di governo, che alcune voci già chiamano referendum sulla figura di Conte.

Il ministro degli Esteri ed ex leader del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio, ha chiamato i 15 senatori e 39 parlamentari del suo partito che hanno firmato il documento anti-riforma per assicurarsi che questo voto riguardi il futuro del governo “La Reppublica” come presidente del Paese Sergio Mattarella potrebbe tenere le elezioni se la mezza ruota volgesse le spalle al governo.

L’Eurogruppo, il gruppo dei ministri dell’economia e delle finanze della zona euro, ha approvato lunedì la riforma del MES, che gli consentirà di avere maggiori poteri di vigilanza nei futuri salvataggi e di creare una “rete di sicurezza” per l’unione bancaria.

Nonostante i partiti abbiano tutto il 2021 per ratificare il trattato, Conte ha deciso di portarlo in Parlamento prima del Consiglio europeo della prossima settimana, di fronte al rifiuto della coalizione di governo, che si oppone a proporlo La scarsa popolarità dell’organizzazione nel paese a seguito dei salvataggi economici della zona euro durante la crisi finanziaria.

Lascia un commento