I migranti che hanno trascorso più di un mese su una nave da carico dopo essere stati soccorsi nel Mediterraneo sbarcano in Italia

MADRID, 13 settembre (EUROPE PRESS) –

I 27 migranti, soccorsi da un cargo nelle acque tunisine il 4 agosto, sono sbarcati sabato nel porto italiano di Pozzallo, giorni dopo essere stati trasferiti a Mare Jonio, operata dall’ONG Mediterranea Saving Humans.

“Questo pone fine alla situazione più lunga e vergognosa nella storia marittima europea”, ha affermato l’ONG in un messaggio pubblicato sul suo account Twitter per i social network. I migranti sono stati portati al Mare Jonio venerdì dal cargo “Etienne” di proprietà della Maers Tankers, dove sono rimasti per 38 giorni.

Anche Maers Tankers ha confermato lo sbarco a Pozzallo e ha espresso l’auspicio che i migranti ricevano “l’attenzione fisica e psicologica di cui hanno bisogno”, ringraziando Mediterranea Saving Humans.

Lo sbarco nel porto di questa città siciliana è avvenuto dopo che la Ong aveva denunciato che le autorità maltesi avevano rifiutato la loro richiesta di approdo sicuro. “Malta viola ancora una volta le leggi internazionali ei diritti umani”, ha criticato venerdì.

La situazione dei migranti a bordo della ‘Etienne’ è peggiorata negli ultimi giorni e il 6 settembre tre di loro si sono lanciati dalla nave nelle acque del Mediterraneo a causa della situazione disperata, nonostante fossero stati soccorsi e riportati a bordo.

Lascia un commento