I produttori italiani di uova sostengono la campagna per l’uguaglianza degli animali per porre fine al massacro dei pulcini maschi

MADRID, 2 dicembre (EUROPA PRESS) –

I produttori italiani di uova (Assoavi) hanno sostenuto la campagna per l’uguaglianza degli animali per porre fine al massacro dei pulcini maschi e si sono impegnati ad adottare la tecnologia dell’ovo-sessaggio per determinare il sesso dei polli nel loro stato embrionale.

Come documentato nella ricerca sull’uguaglianza degli animali, i polli maschi sono considerati improduttivi e vengono eliminati al momento della nascita. L’organizzazione ha espresso la propria soddisfazione per quell’impegno iniziale, che ha definito “storico”, decidendo di affrontare un problema che interessa l’intera filiera e impegnandosi ad agire rapidamente attraverso la tecnologia.

“Siamo impegnati a promuovere l’adozione di queste tecnologie in Italia e stiamo promuovendo la consapevolezza dei nostri membri in modo che possano essere disponibili anche per i produttori di uova italiani il prima possibile”, ha dichiarato il presidente di Assoavi Gian Luca Bagnara.

Questo è “un grande passo” per la direttrice di Animal Equality in Spagna, Silvia Barquero, ma spera che l’industria spagnola delle uova segua la linea italiana e si impegni a utilizzare una tecnologia che prevenga il massacro di 35 milioni di pulcini maschi. Anno.

Lascia un commento