I tre Re Magi arrivano a Conde Duque in un gala non presidiato diretto da Jorge Blas e interpretato da Ara Malikian

MADRID, 5 gennaio (EUROPA PRESS) –

I tre saggi sono arrivati ​​martedì sera al centro culturale Conde Duque de Madrid per un gala senza pubblico presentato dal mago Jorge Blas e interpretato dal violinista libanese Ara Malikian e dalla compagnia di danza italiana Studio Festi.

Quest’anno, a causa del Covid-19, la tradizionale parata si è radunata per le strade della capitale da Nuevos Ministerios a Cibeles, dove si sono radunate migliaia di persone, soprattutto bambini.

Alle 8.30 è stata eseguita un’interpretazione dell’annuncio da parte della compagnia di danza italiana Studio Festi, che ha simulato l’angelo Gabriele con una coreografia e ha trasmesso la notizia dell’arrivo dei tre Re Magi sul portale di Belen.

Poi è apparso il mago Jorge Blas, responsabile della gestione di questo gala. Blas ricordò la storia della nascita di Gesù e inviò la sua lettera ai re con trucchi magici e li salutò con oro, incenso e mirra e fece apparire anche Ara Malikian.

Il violinista libanese e una banda di batteria, basso e pianoforte hanno eseguito la melodia di “Madrid”, una composizione esclusiva per celebrare la dodicesima notte nella capitale.

Quando Malikian finì, fu commosso dal “mistero e illusione” dell’arrivo di Sua Maestà. Blas ha fatto apparire una piccola stella e infine ha illuminato l’intera terrazza esterna del centro culturale Conde Duque, così che Studio Festi ha reinterpretato una rappresentazione dell’arrivo degli angeli al portale di Belén.

Così l’entourage reale, composto dai fianchi e dalle loro maestà che calpestano il suolo di Madrid al ritmo di una marcia reale, mentre si saluta la neve fatta dal mago.

Per la prima volta in molti anni, i re apparvero sullo stesso carro e senza la compagnia di altri anni quando si potevano vedere cavalli, cammelli e molti altri carri. Melchor, Gaspar e Baltasar sono stati ricevuti nella capitale dal sindaco di Madrid, José Luis Martínez-Almeida, e da altri membri dell’ente municipale, compresi i portavoce dei gruppi nel consiglio comunale.

Il sindaco di Madrid li ha accolti in “una città diversa da quella che hanno trovato l’anno scorso” e “ha chiesto che non ci sia carbone”, soprattutto per i bambini che hanno “imparato” quest’anno e “i migliori”. “erano leggere, il miglior conforto e speranza per gli anziani. “

Più tardi il mago Melchor ha parlato e ha ringraziato per un ricevimento “così speciale”, assicurando che “la magia non dura solo stanotte” e ha ringraziato i medici, gli insegnanti e gli organismi di sicurezza.

“Grazie a tutti dal profondo del cuore per la vostra gentilezza. E soprattutto ai nonni, che per anni hanno sostenuto migliaia di famiglie con la loro saggezza. Siete molto importanti per questa città e per questo Paese. Non dimentichiamo quello che avete fatto, voi sono i nostri insegnanti “, ha detto.

Ha ammesso che il 2020 è stato un anno “complicato”, quindi sia lui che Gaspar e Baltasar sono venuti con migliaia di regali per premiare il comportamento di tutti i madrileni durante la pandemia, e ha detto addio alla prossima Giorno dei re.

Infine, sono stati sparati fuochi d’artificio al Centro Culturale Conde Duque e anche nel resto della capitale, ad esempio nel Parque de la Bombilla, a Cibeles oa Madrid Río, mentre Sua Maestà ha acquistato una nuova macchina per girare per le strade della capitale, che presenta a tutti a Madrid fare.

Lascia un commento