Il 71% degli italiani sostiene Mario Draghi come capo del governo

MADRID, 7 febbraio (EUROPA PRESS) –

Il 71% degli italiani ha espresso sostegno a Mario Draghi, che è stato nominato primo ministro del paese per formare un governo di unità nazionale con il sostegno multipartitico, lontano dal 54% di sostegno che questa opzione ha generato a ottobre ha a un sondaggio demo del quotidiano “La Repubblica”.

Giuseppe Conte, il primo ministro uscente, è al secondo posto nelle preferenze degli italiani con il 65 per cento di sostegno, seguito da Matteo Renzi, che ha ricevuto il 17 per cento di sostegno.

Gli elettori che sostengono di più l’opzione Draghi sono quelli del Pd (85 per cento), anche se il loro sostegno è evidente anche tra le formazioni della Lega di destra e Hermanos de Italia (70 per cento), probabilmente contento delle dimissioni di Conte.

“Il sostegno tra gli elettori di Forza Italia sembra meno ampio e ancor più (meno) nel movimento 5 stelle”, sottolinea lo studio. Il M5S è stato condiviso dalle dimissioni di Conte.

Per quanto riguarda la durata dell’amministrazione Draghi, il 52% ritiene che dovrebbe arrivare alla fine della legislatura e, in termini di composizione, il 61% ritiene auspicabile un mix tra candidati tecnici e politici.

In termini di intenti di voto, la Lega guida il sondaggio (22,8%), seguita da Partito Democratico (20,9%), Hermanos de Italia (16,9%), M5S (15,2%), Forza Italia (7,8%), Liberi e Pari (3,2%)), Action (2,8%), Italia Viva (2,7%) e More Europe (2%).

Draghi è stato incaricato di formare un governo dal presidente italiano Sergio Mattarella mercoledì scorso dopo che la coalizione guidata da Conte del Partito Democratico M5S ha perso il sostegno parlamentare di cui aveva bisogno per continuare a governare a metà gennaio.

Lascia un commento