Il Barça cede alla Juventus la guida del bigoleador Ronaldo


Il Barça cede alla Juventus la guida del bigoleador Ronaldo

BARCELLONA, 8 dicembre (EUROPE PRESS) –

L’FC Barcelona ha perso questo martedì al Camp Nou contro la Juventus (3-0) e con questo risultato ingombrante ha preso il comando per la squadra italiana nell’ultima giornata della fase a gironi di Champions League fatto per rimanere in testa al girone G?

Doveva vincere, pareggiare o perdere con meno di tre gol. Il Barça, il fatidico Barça che ha regalato a Cadice la vittoria con due grossi errori a Carranza, è stato nuovamente in cattiva posizione, cedendo il comando a una “Juve” che arrossì con due rigori di Cristiano Ronaldo e un gol di McKennie da pallavolo al Barça in un Camp Nou, che questa volta fortunatamente era vuoto.

I tifosi del Barça hanno poca resistenza, che erano abituati al meglio non molto tempo fa e hanno visto di recente la loro squadra girovagare. Forse c’è più impegno per la squadra di Ronald Koeman rispetto ai precedenti allenatori. Più giovinezza e voglia, ma tanti alti e bassi e separazioni, che erano di fronte a una Juventus seria e coscienziosa e che erano migliori, sono stati insufficienti.

Non è stata una bella partita per il Barça, almeno senza successo. Altra voce nella lista dei punti neri di una stagione che inizia fatalmente in LaLiga, molto meglio in “Champions”, ma con quell’ultimo “MA” maiuscolo che perde il vantaggio in casa a “Vecchia Signora” a, che avevano vinto con un ottimo calcio a Torino con 0-2.

Cristiano Ronaldo, che non aveva mai segnato in Champions, Manchester United o Real Madrid contro il Barça, ha già un’altra vittima europea. Non ha potuto segnare un gol lungo la strada, con due rigori, e ha portato la sua squadra a una vittoria decisiva. Alla Juventus serviva il minimo del 3-0 e poteva vincere ancora di più, ma il gol di Bonucci era in fuorigioco.

Il Barça ha fatto poco in attacco. Quando era già 3-0 quando era già secondo, aveva più opportunità, come una punizione diretta o un tiro dalla distanza di Leo Messi. L’argentino, lontano dalla sua versione migliore, è stato anche il migliore. Con l’arrivo di Riqui Puig la qualità del possesso è migliorata e il numero ’10’ lo ha ringraziato, ma ha sempre affrontato l’incombustibile Gianluigi Buffon.

Dallo sconfitto al river, ha pensato Koeman, mandando la sua squadra ad accettare il “frontone” proposto dalla Juventus, molto comodamente per difendere il proprio reddito. Il lavoro era fatto per gli uomini di Andrea Pirlo e il Barça aveva tutto da fare. In fretta, le decisioni non sono state buone, anche se ci sono state occasioni aggressive per la squadra di Culé.

E il risultato finale è un’altra dolorosa sconfitta che arrossisce in parte, lasciando il Barça al secondo posto. Non sarà testa di serie, gareggerà contro una prima classifica al secondo turno e giocherà la gara di ritorno fuori dal Camp Nou. La Juventus, invece, ha chiuso questa fase a gironi con ogni sorta di buonumore.

Una prima fase in cui sembrava che il Barça avrebbe fatto il suo secondo “sei su sei” nella storia. Il Barça aveva la faccia migliore d’Europa, ma l’ha accorciata e ha finito per rovinare tutto. E anche per una Juventus concreta, vincente e decisiva. Pirlo se ne andò sorridente e soddisfatto di ciò che aveva visto. E il fatto è che il Barça ha sparato, ma con la polvere da sparo bagnata. La sua Juve, invece, è salita al vertice in una notte buia e priva di magia al Camp Nou.

SCHEDA DATI.

– RISULTATO: FC BARCELONA, 0 – JUVENTUS, 3 (0-2, all’intervallo).

-ATTREZZATURA.

FC BARCELLONA: Ter Stegen; Dest, Araújo (Mingueza, min. 82), Lenglet (Umtiti, min. 55), Jordi Alba (Junior Firpo, min. 55); Pjanic, De Jong; Trincao (Braithwaite, riposo), Messi, Pedri (Riqui Puig, min. 66); e Griezmann.

JUVENTUS: Buffon; Cuadrado (Bernardeschi, min. 85), Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; McKennie, Arthur (Bentancur, min. 71); Ramsey (Rabiot, min. 71); Morata (Dybala, min. 85) e Ronaldo (Chiesa, min. 90 + 2).

GATES.

0-1. Min.13, Ronaldo (p).

0-2. Minimo 20, McKennie.

0-3. Min.52, Ronaldo (p).

– Arbitro: Tobias Stieler (ALE). Ha ammonito Jordi Alba (almeno 27), Lenglet (almeno 31), Umtiti (almeno 60) all’FC Barcelona e Ramsey (almeno 29), Morata (almeno 54), Danilo (almeno 69) alla Juventus.

– TAPPA: Camp Nou.

Lascia un commento