Il britannico Alex Dowsett ha conquistato l’ottava tappa e Joao Almeida è ancora in rosa

MADRID, 10 ottobre (EUROPE PRESS) –

Il ciclista britannico Alex Dowsett (Israel Start-Up Nation) ha conquistato sabato l’ottava tappa del Giro d’Italia. Inizia a Giovinazzo e termina a Vieste, lungo 200 chilometri dopo aver completato una breve pausa in solitaria dove può festeggiare la prima vittoria parziale della sua squadra in un tour importante.

Dowsett faceva parte di un’epidemia di sei corridori all’inizio della giornata. Il plotone ha dato tempo al sestetto dei profughi, che ha vinto la classifica generale senza resistere dai “cazzi”. Dowsett è partito da solo a 17 chilometri dalla fine e ha concluso con una vittoria clamorosa che non ha sminuito la vittoria complessiva. Almeida continua a comandare e lo spagnolo Pello Bilbao, secondo a 43 secondi.

Dowsett, che è entrato 1:15 prima dei suoi compagni profughi, sette anni dopo vince un’altra tappa del Giro d’Italia. Il pilota britannico, uno specialista delle cronometro, ha vinto una tappa nel 2013 quando guidava per il team Movistar. Questo sabato ha vissuto la sua gloriosa giornata con un decisivo breakout per arrivare in porta con ampio margine.

La tappa non è stata una delle più evidenti di questo Giro, con grande apatia del gruppo dopo la sosta e con sei coraggiosi ad aprirsi il vantaggio, sapendo che – dopo aver scalato Monte Sant’Angelo – la fama sarebbe stata tra ognuno di loro. La squadra israeliana di due uomini in fuga aveva più opzioni delle altre.

Salvatore Puccio (Ineos), Matthew Holmes (Lotto Soudal), Alex Dowsett (Israele), Matthias Brandle (Israele), Joey Rosskopf (CCC) e Simone Ravanelli (Androni Giocattoli – Sidermec) non sono stati i sei piloti che hanno giocato la vittoria senza discutere chi ha sprecato più energia prima della fase cruciale, e con un colpo di frusta uno di loro quando meno ce lo si aspetta.

C’erano stati diversi tentativi frustrati, ma Dowsetts, a dieci miglia da percorrere, era cruciale. Il secondo posto è stato di Puccio e il terzo posto è andato a Holmes. Il gruppo è entrato per quasi 14 minuti, ma senza alcuna conseguenza per la classifica generale. Il portoghese Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step) è ancora il leader del campionato e lo spagnolo Pello Bilbao è secondo con 43 secondi.

La tappa di questo sabato è stata segnata dall’assenza del britannico Simon Yates, attuale campione della Tirreno Adriatico, che non è partito dopo un test positivo al coronavirus. Il 28enne pilota Mitchelton-Scott ha sofferto di sintomi dopo la tappa di venerdì e due test PCR hanno confermato che era positivo.

– CLASSIFICAZIONI.

– palcoscenico.

.uno. Alex Dowsett (GBR / Israel Start-Up Nation) 4:50:09.

.Due. Salvatore Puccio (ITA / Ineos) 1:15.

.3. Matthew Holmes (GBR / Lotto Soudal) mt

.4. Joey Rosskopf (USA / CCC) mt

.5. Matthias Brandle (AUT / Israel Start-up Nation) mt

– Generale.

.uno. Joao Almeida (POR / Deceuninck-Quick Step) 29h52: 34.

.Due. PELLO BILBAO (ESP / Bahrain-McLaren) a 43 anni.

.3. Wilco Kelderman (NED / Team Sunweb) 48.

.4. Harm Vanhoucke (BEL / Lotto Soudal) 59.

.5. Vincenzo Nibali (ITA / Trek-Segafredo) 1:01.

Lascia un commento