Il consiglio comunale di Cáceres avverte delle cattive condizioni della torre di Plaza de Italia e chiede che le antenne vengano rimosse


CÁCERES, 27 novembre (EUROPE PRESS) –

Un rapporto dell’Assessorato ai Beni Culturali del Comune di Cáceres ha avvertito delle “cattive condizioni” della Torre del Trabajo in Plaza de Italia, che soffre di “grave degrado” a causa della cattiva manutenzione che ha portato a danni strutturali. Pertanto, è richiesto il rispetto della sentenza che richiede la rimozione delle antenne di telecomunicazione ancora installate in questo edificio.

Il portavoce della città, Andrés Licerán, ha detto in una conferenza stampa questo venerdì dopo che l’agenzia governativa locale ha danneggiato anche le condizioni della torre e che “era urgente” prendere misure per mantenerla. anche se ha aggiunto che “la sicurezza è garantita” ed è improbabile che ci saranno frane che potrebbero causare lesioni.

Pochi mesi fa, durante la prima ondata di pandemia, sono stati effettuati lavori di manutenzione con il posizionamento di sistemi di ritenuta per prevenire questi possibili smottamenti, come dichiarato dal portavoce. Ora il Consiglio di amministrazione ha deciso di avviare il processo di richiesta di una revisione della rimozione di antenne e altri dispositivi di comunicazione.

Vodafone, che ha già rimosso parte delle antenne dei telefoni cellulari, ha ancora alcune infrastrutture nella torre, ma Licerán ha indicato che “non ci saranno problemi” con la trasmissione di questi elementi.

Pertanto, Retevisión è informata della “necessità” di rimuovere le antenne televisive “il prima possibile” per poter “riparare questo prezioso bene che è una misura dello sky line della città”, ha detto Licerán, spiegando che il Alle aziende vengono offerte possibili posizioni per le antenne.

“È necessario inviare un messaggio di sicurezza sull’installazione e un avvertimento che è importante rispondere alla torre il prima possibile e alla società Retevisión che queste antenne dovrebbero essere posizionate lì come sarebbero stati molti anni fa dovrebbe essere rimosso, ma non. Questo è stato fatto finora, e questo team di governo si è impegnato a cercare di agire nel rispetto della legge il più rapidamente possibile “, ha detto.

GIUDIZIO GIUDIZIARIO NEL 2016

Vale la pena ricordare che la rimozione delle antenne dalla Torre del Trabajo in Plaza Antonio Canales è una vecchia rivendicazione dei residenti della zona che, già nel 2013, hanno lanciato una campagna per chiedere al consiglio comunale di rimuoverle, problema che comparso davanti ai tribunali davanti all’ignoranza delle società.

Nel 2016, il 7 ° Tribunale di primo grado di Cáceres si è pronunciato a favore del Consiglio comunale di Cáceres per rimuovere queste antenne e alcune di esse sono state smantellate, sebbene ci siano ancora apparecchiature che non sono state smarrite.

L’associazione di quartiere Antonio Canales ha suggerito di trasformare l’edificio in un punto di vedetta turistica dopo aver pulito la torre della terrazza in quanto è la zona più alta della città.

Il progetto di costruzione di questa torre venne dall’architetto urbano Ángel Pérez, che nel novembre 1933 presentò all’allora sindaco di Cáceres, Antonio Canales, il progetto per la costruzione di una torre nella zona conosciuta come Peña Redonda.

La guerra civile interruppe questo progetto, che avrebbe dovuto essere costruito come tributo alla classe operaia locale, da cui il nome Torre del Trabajo, anche se fu finalmente inaugurato nel 1939 con il cambio di nomenclatura a Torre de Plaza de Italia. La torre è in muratura, ardesia e quarzite con finestre in mattoni e presenta quattro campanili.

Lascia un commento