Il FMI avverte che il debito “non sta andando via” e si impegna a crescere di più per gestire il suo pagamento


MADRID, 30 novembre (EUROPA PRESS) –

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha fatto in modo che “il debito non scompaia”, riferendosi ai commenti fatti dall’Italia sulla possibilità di cancellazione del debito da parte dei governi per combattere la pandemia, e ha sottolineato che questa è la strada migliore da percorrere Rendere gli impegni più facili da rispettare sta guidando la crescita.

“Il debito non scompare anche quando il suo costo è molto basso, anche se il servizio è eccezionalmente basso”, ha detto il direttore esecutivo del FMI Kristalina Georgieva, che deve affrontare con attenzione l’aumento del debito pubblico a causa della pandemia.

“È sempre meglio farlo sulla base della crescita, che consente di aumentare i redditi di imprese e persone e di aumentare la capacità di servizio dei debiti”, ha detto dopo aver presentato le conclusioni del rapporto “Articolo IV” sull’area dell’euro e sottolinea il dinamismo che il pacchetto di stimoli concordato nell’UE può apportare.

“Immaginate che l’Europa investe con decisione nella conoscenza, nella digitalizzazione o nella green economy che crea posti di lavoro ben retribuiti e crescita. Una doppia vittoria per le prossime generazioni per evitare la crisi climatica e offrire capacità per servire i debiti”, ha difeso.

Allo stesso modo, il direttore del FMI ha indicato che il mandato della BCE non include la possibilità per la banca centrale di perdonare i debiti dei paesi e ciò richiederebbe un emendamento ai trattati, cosa che Georgieva non trova facile mentre difende l’azione la BCE rendendo l’autofinanziamento molto accessibile a tutti i paesi.

Riccardo Fraccaro, Sottosegretario di Stato al Consiglio dei Ministri del Governo Italiano e uno dei più stretti consiglieri, ha messo sul tavolo la scorsa settimana il debito pubblico contratto dagli Stati a seguito delle misure attuate a sostegno delle misure di sostegno economico messe in atto durante la pandemia Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio del Paese transalpino .

Parlando a Bloomberg, Fraccaro ha sostenuto che la politica monetaria dovrebbe sostenere in ogni modo le politiche fiscali espansive degli Stati membri, che potrebbero includere l’opzione di “cancellare i titoli di Stato acquistati durante la pandemia o estenderne definitivamente la durata”. .

Lascia un commento