Il governo italiano proporrà al parlamento un aumento del tetto del deficit per facilitare la ripresa economica

MADRID, 10 gennaio (EUROPA PRESS) –

Il governo italiano chiederà al parlamento di approvare un ulteriore aumento del tetto del disavanzo di 24.000 milioni di euro – 1,5% del PIL – entro la fine di questo mese per pagare vaccini, cure mediche e sostegno alle imprese e ai lavoratori, come annunciato domenica dal ministro delle Finanze Roberto Gualtieri in un’intervista rilasciata al quotidiano “Corriere della Sera”.

“Spero sia l’ultima volta”, ha detto Gualtieri del quinto aumento del tetto del deficit dalla prima chiusura nazionale a marzo dello scorso anno. La spesa aggiuntiva si aggiunge alle attuali previsioni di un deficit del 7% del PIL nel 2021.

Il governo rivedrà le sue previsioni economiche e sul debito per quest’anno, ma “non c’è motivo di prevedere un rapporto deficit / PIL a due cifre quest’anno”, ha assicurato Gualtieri in un’intervista.

Secondo i media italiani, il Consiglio dei ministri dovrebbe riunirsi martedì per discutere di come spendere i soldi del pacchetto di recupero dell’Unione europea. La coalizione di governo ha litigato per la cifra e l’ex premier Matteo Renzi ha addirittura minacciato di ritirare il sostegno al suo partito Italia Viva, che potrebbe scatenare un voto di fiducia al governo Conte.

Nel frattempo, le autorità si stanno preparando a estendere le restrizioni ai movimenti e il coprifuoco notturno per altri 30 giorni dal 16 gennaio tra le preoccupazioni per una terza ondata di pandemia. Nuove varianti del virus sono state scoperte in Veneto, una delle regioni settentrionali più colpite. In quest’ottica, secondo la stampa italiana, il governo valuterà la possibilità di emanare un nuovo decreto entro questa settimana.

Lascia un commento