Il governo italiano sopravvive alla questione della fiducia al Senato

MADRID, 19 gennaio (EUROPA-PRESSE) –

Il governo italiano, guidato dal premier Giuseppe Conte, ha vinto martedì il voto di fiducia presentato al Senato, che sta frenando la crisi aperta a seguito della maleducazione di Matteo Renzi.

Secondo la stampa italiana il voto, ritardato perché inizialmente non registrata la proclamazione di due senatori, ha portato a 156 sostenitori di Conte, 140 contrari e 16 astensioni. Per il successo dell’esecutivo italiano sono stati richiesti 155 voti.

Il voto inaspettato di due parlamentari donne di Forza Italia è stato determinante per il superamento della soglia. Il suo sostegno a Conte l’ha esclusa dalla festa, come ha confermato all’agenzia Adnkronos il fondatore del gruppo, Antonio Tajani. Si sono astenuti i senatori di Italia Viva, partito di Renzi.

“Se i numeri non escono, il governo torna a casa”, ha difeso Conte durante la giornata, pur sostenendo “di essere sempre stato” aperto al dialogo “e rimproverando che Italia Viva” abbia scelto la strada dell’arroganza “. Avere fiducia rafforzerà la squadra del governo “, ha aggiunto.

Nel frattempo Renzi ha ribadito che l’Italia “ha bisogno di un esecutivo più forte” e ha criticato “l’arrocco” di Conte come “dannoso” per il Paese, secondo il quotidiano italiano “Corriere della Sera”.

Il governo Conte ha già superato il voto di fiducia presentato lunedì alla Camera dei deputati. L’ultima goccia per Renzi, che il governo ha rotto mercoledì scorso con l’annuncio dell’uscita dall’esecutivo di due ministri italiani Viva, è stata il disaccordo sul piano di ripresa europeo.

Lascia un commento