Il governo vuole tenere vertici bilaterali con la Romania come Francia, Italia o Portogallo

MADRID, 30 ottobre (EUROPE PRESS) –

Il governo sta preparando il primo vertice bilaterale con la Romania, un format di incontri che terrà con Paesi considerati stretti partner – come Francia, Italia, Portogallo o Polonia – e che segnerà l’inizio di una “partnership strategica” tra i due Paesi di più significherebbe incontri bilaterali.

Come riportato dal Ministero degli Affari Esteri, Ue e Cooperazione, l’eventuale svolgimento di un vertice bilaterale nel 2021 è stato uno dei temi affrontati dal Segretario di Stato dell’Unione Europea, Juan González-Barba, in un viaggio di lavoro a Bucarest.

Affari esteri ha messo in luce il rapporto che già esiste tra i due paesi a causa della loro adesione congiunta e l’UE, nonché la presenza in Spagna di numerosi cittadini rumeni, una delle più grandi comunità straniere.

González-Barba ha incontrato la sua controparte rumena Iulia Matei. Hanno anche esaminato l’emergere dell’epidemia di COVID-19, le relazioni commerciali bilaterali e “l’esempio esemplare di”
Integrazione della vasta comunità rumena in Spagna “.

Negli affari europei, Affari esteri ribadisce che le posizioni su questioni rilevanti come il piano di ripresa dell’UE, il quadro finanziario pluriennale, le future relazioni UE-Regno Unito, le politiche di migrazione e di asilo, i Balcani occidentali e l’allargamento dell’UE, il rispetto dello Stato di diritto o Conferenza sul futuro dell’Europa.

Il ministro degli Esteri ha anche incontrato Leonard Orban,
Consigliere per gli affari europei del presidente rumeno, membro del
Gruppo negoziale per l’adesione della Romania all’UE e in primo luogo
Commissario UE del Paese.

Lascia un commento