Il Papa mette in guardia i leader del fondo prestiti italiano dal “profitto a tutti i costi”

ROMA, 5 ottobre (EUROPE PRESS) –

Papa Francesco ha avvertito del “profitto ad ogni costo” che “rende l’uomo schiavo” dei dirigenti e del personale del Fondo Depositi e Prestiti d’Italia, che ha ricevuto nell’udienza di lunedì 5 ottobre Paolo VI. Sala del Vaticano.

“Il pensiero cristiano non contraddice fondamentalmente la prospettiva del profitto, ma piuttosto il profitto a qualsiasi prezzo, profitto che dimentica le persone, le rende schiave, le riduce a una cosa, a una variabile in un processo che tu non controlli in alcun modo o che non puoi contraddire in alcun modo “, ha detto il Papa.

Nel salutare i membri di questa istituzione finanziaria italiana, il Papa ha ricordato che sono passati 170 anni dalla sua nascita e li ha invitati a riflettere su cosa ci vuole per un vero sviluppo.

“Pensiamo alle sfide che la pandemia in corso porta con sé nell’area sociale ed economica. Pensiamo a fenomeni con implicazioni molto importanti, come il declino di alcune forme di produzione che devono essere rinnovate o radicalmente modificate”, ha detto Francisco. .

Li ha anche incoraggiati a riflettere sui cambiamenti avvenuti nell’acquisto e nella vendita di beni, “con il rischio di porre il commercio e il marketing nelle mani di alcune realtà globali”, e questo ha fatto, aggiungendo, “a scapito le specificità dei territori e le competenze professionali locali così tipiche della realtà italiana ed europea “.

Come ha affermato il Papa, il management esige sempre da tutti “un comportamento giusto e chiaro che non ceda alla corruzione”. “Anche nel campo dell’economia e della finanza la retta intenzione, la trasparenza e la ricerca di buoni risultati sono compatibili e non dovrebbero mai essere separate”, ha sottolineato.

Lascia un commento