Il Papa riceve la polizia vaticana e scherza con la sua “pazienza” nei rapporti con i sacerdoti

ROMA, 28 settembre (EUROPE PRESS) –

Questa mattina il Papa ha ricevuto nell’Aula Paolo VI una parte della Polizia italiana che, insieme alla Guardia Svizzera, si occupa della sicurezza del Vaticano e ha scherzato con la propria “pazienza” nei rapporti con i sacerdoti.

“Soprattutto, ammiro la pazienza che mostri nel trattare con persone di origini e culture così diverse, e mi prendo anche la libertà di parlare con i sacerdoti”, ha detto scherzando Francisco dopo averti ringraziato per il suo lavoro di protezione quando si visita Roma o altre diocesi o parrocchie in tutta Italia.

Il Papa ha indicato che si tratta di un “compito difficile” che richiede “discrezione ed equilibrio” per far sì che gli itinerari del Papa “non perdano il loro carattere specifico di incontro con il popolo di Dio”.

All’udienza hanno partecipato decine di membri della polizia italiana e il Papa ha ripreso le riunioni di massa in Vaticano. La maggior parte si è seduta in un’area separata da una recinzione di sicurezza dall’atrio principale dove era seduto il Papa, anche se alla fine dell’udienza ha salutato alcuni dei presenti con una stretta di mano.

Tuttavia, l’accesso al Vaticano è ancora molto restrittivo in quanto sono necessarie misure di sicurezza per evitare il contagio come il mantenimento delle distanze di sicurezza, la misurazione della temperatura e l’uso obbligatorio di una maschera.

Lascia un commento