Il presidente dell’Italia verrà vaccinato mentre il Paese torna ogni giorno a circa 20mila contagi

MADRID, 9 marzo (EUROPA PRESS) –

Il presidente italiano Sergio Mattarella (79) è stato vaccinato contro il virus corona martedì a Roma, in un giorno in cui il paese ha nuovamente avuto circa 20.000 infezioni al giorno.

Matarella è stato vaccinato con l’immunizzatore di Moderna ea tempo debito a causa della sua età avanzata.

“Ero vicino al presidente, ma ero troppo nervoso per salutare”, ha detto all’agenzia Adnkronos Mario, un uomo di 80 anni vaccinato con il presidente.

Da parte sua, il paese ha registrato un totale di 19.749 nuovi contagi e 376 decessi per la malattia a causa dell’aumento delle preoccupazioni per l’aumento delle infezioni.

I consulenti scientifici del Ministero della Salute hanno avvertito della necessità di ridurre l’incidenza e raccomandato nuove restrizioni come: B. Limitazioni nei fine settimana.

In totale, l’Italia ha registrato più di 3,1 milioni di casi di coronavirus e il bilancio delle vittime ha superato i 100.000 lunedì scorso.

NORMALITÀ TRA 7 E 15 MESI

Il direttore generale per la prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza è comparso in una riunione per riferire al Senato e ha assicurato che con un modello amministrativo il Paese non tornerà alla “prepandemia” per almeno sette mesi.

Secondo Adnkronos, il ritorno alla normalità potrebbe essere ritardato fino all’estate 2022 (quindici mesi), ha avvertito Rezza.

Il modello si basa sul fatto che vengono mantenute le limitazioni alla mobilità e i vaccini proteggono dalle infezioni piuttosto che dai soli sintomi del coronavirus.

Allo stesso modo, il modello si basa sul fatto che l’Italia fornisce una media di poco meno di 250.000 vaccini al giorno per immunizzare una parte sufficiente della popolazione e che questa immunità dura per almeno due anni.

“Se potessimo ottenere 300.000 o 350.000 vaccini al giorno, potremmo vaccinare molte persone in un breve periodo di tempo. Sarebbe davvero importante”, ha detto Rezza, che ha sottolineato la necessità di “dare speranza” ai cittadini.

Lascia un commento