“Il ritmo era molto forte e ho peccato attentamente”

MADRID, 27 settembre (EUROPE PRESS) –

Il ciclista spagnolo Alejando Valverde, ottavo nella prova su strada del Campionato del Mondo che si è svolto in Italia quella domenica, si è detto “prudente” nell’ultima tappa di gara, anche se ha voluto riconoscere che “chi è davanti lo ha fatto avere “era meglio. “

“La squadra è stata molto brava. Siamo stati il ​​più attenti possibile nell’ultima parte. Mikel (Landa) è stato super bravo e ‘Luisle’ (Sánchez) ci ha piazzato molto bene nell’ultima sezione. Nell’ultima salita il ritmo era molto forte e io Ho peccato con cautela “, ha detto Valverde in dichiarazioni da ‘rfec.com’.

Il Murcian ha osservato che “pensava che sarebbe peggiorato”. “Poi sono tornato indietro e quando sono arrivato a Mikel ho visto incoronare i primi dopo 7 o 8 secondi. Eravamo un po ‘carenti, ma dobbiamo ammettere che chi è andato avanti è stato meglio alla fine “, fabbro.

Da parte sua, Mikel Landa ha detto di “vivere con un po ‘di nervosismo” alla sua prima Coppa del Mondo. “Dopo il Tour de France anche il fisico è un po ‘diverso e ho cercato sensazioni tutto il giorno. Ho provato a giocare le mie carte da lontano perché il finale era difficile. Nell’ultima salita mi mancava un po’ stare con quello. ” meglio, ma sono felice “, ha riassunto.

Infine, l’allenatore della nazionale Pascual Momparler ha sottolineato che i suoi studenti avevano fatto “tutti i tagli importanti”. “Nell’ultima salita, sei corridori ci hanno rilasciato che eravamo più forti di noi. Non potevamo stare con loro, ma abbiamo lottato con tutto quello che avevamo. Mikel Landa ha fatto un ottimo lavoro e poi è sceso per cercare di prenderlo. contattare.” Gruppo di fronte, ma non poteva essere. Alejandro alla fine è stato ottavo e penso che oggi la squadra fosse 10 in totale “, ha detto.

Lascia un commento