Il seminario di Guadalajara per la letteratura per bambini e ragazzi creerà una rete di città della storia nel suo sesto progetto europeo

GUADALAJARA, 15 febbraio (EUROPE PRESS) –

Il Seminario di letteratura per bambini e giovani adulti di Guadalajara (SLIJ), che organizza ogni anno la Maratona delle storie, ha ricevuto il suo sesto progetto con finanziamenti dell’Unione europea. Con il titolo “Rete europea di città narrative” (ENST), Spagna, Slovacchia, Italia e Francia uniscono le forze per formare una rete di città europee che raccontano storie che rafforza i legami di un’Europa che ha le sue radici nella tradizione orale.

ENST sotto la direzione dello SLIJ lavora con la francese Maison du Conte (MdC), la Fondazione italiana per Leggere (FpL) e l’Università slovacca di Bratislava.

Ciascuno dei partner contribuirà al progetto con le proprie conoscenze in vari argomenti legati alla narrazione orale. Nel corso di altre reti di città europee con una specifica linea tematica, i partner del progetto hanno trovato la creazione di una rete di storie parlate “un’idea eccellente”.

“L’importanza culturale del patrimonio e della tradizione orale nell’Unione europea è un potente strumento per l’Unione dei cittadini europei”, ha affermato Blanca Calvo, membro del Consiglio di amministrazione di SLIJ. Calvo sottolinea inoltre che non si può trascurare che molte città europee sono indissolubilmente legate alle storie.

Venerdì scorso, 12 febbraio, i partner del progetto ENST hanno tenuto un incontro telematico per impostare i primi punti per lo sviluppo del lavoro, che durerà fino ad aprile 2023, quando verranno presentati i risultati ottenuti, questo seminario riporta in un comunicato stampa.

In questo incontro è stata presentata e discussa la struttura di una delle principali colonne portanti del progetto: un database. In esso, i partner presenteranno informazioni su città, narratori, istituzioni, festival o paesaggi che si riferiscono alla tradizione orale di ogni paese dell’Unione europea.

Inoltre, è iniziata la progettazione del sito web, che registra tutte le misure che i partner hanno sviluppato in questi più di due anni. L’obiettivo è che sia uno strumento utile sia per i professionisti dello storytelling orale che per i dilettanti.

All’incontro hanno partecipato i membri delle quattro istituzioni partecipanti, ma il progetto ENST è gestito anche dall’Università di Alcalá de Henares, dalla Biblioteca pubblica statale di Guadalajara, dall’Associazione La lettura Nonostante e dall’Università degli Studi di Milano, la biblioteca Carcere di Opera e la Mediathèque Boris Vian de Chevilly-Larue.

Lascia un commento