Il XIX. Il vertice bilaterale Spagna-Italia inizia con gli inni nazionali nel Palazzo dell’Almudaina

PALMA DE MALLORCA, 25 novembre (STAMPA EUROPEA) –

Il vertice bilaterale Spagna-Italia XIX. È iniziato questo mercoledì nel Palazzo Reale dell’Almudaina a Palma con gli inni dei due paesi e l’accoglienza di una carica onoraria dell’esercito.

Tre vicepresidenti del governo spagnolo e sette ministri e nove ministri italiani sono presenti al vertice per concordare un appuntamento in cui entrambi metteranno in scena e promuoveranno la loro armonia negli affari europei e promuoveranno la cooperazione bilaterale in settori come la lotta al cambiamento climatico. Infrastrutture, telecomunicazioni, sanità, settore digitale e turismo. Al vertice verranno firmati memorandum su economia, occupazione e politica estera.

Il presidente del governo, Pedro Sánchez, ha ricevuto il suo omologo italiano Giuseppe Conte ed entrambi hanno accolto la delegata del governo Aina Calvo. la presidente regionale Francina Armengol e il sindaco di Palma, José Hila.

Entrambi i capi di governo hanno ascoltato gli inni su un palco mentre le delegazioni aspettavano dall’altra parte della terrazza accanto alle bandiere spagnola, italiana ed europea. C’è stato poi il saluto del Capo del RI Palma 47 Posti Onorari dell’Esercito ei due Capi di Governo hanno salutato i ministri senza stringere la mano, come previsto dalle norme sanitarie nell’ambito della pandemia.

Prima che iniziassero i vari incontri, tutti hanno scattato una foto di famiglia. Insieme ai due governi gli ambasciatori di Spagna in Italia, l’ex ministro Alfonso Dastis e dell’Italia in Spagna Riccardo Guariglia.

Da parte spagnola, i vicepresidenti Pablo Iglesias, Nadia Calviño e Teresa Ribera e il ministro degli Affari esteri, dell’UE e della cooperazione, Arancha González Laya; Difesa, Margarita Robles; Interno, Fernando Grande-Marlaska; Lavoro, Yolanda Díaz; Industria, commercio e turismo, Reyes Maroto; Agricoltura, pesca e alimentazione, Luis Planas e inclusione, sicurezza sociale e migrazioni, José Luis Escrivá.

Il patron della difesa Lorenzo Guerini è arrivato dall’Italia; Fuori, Luigi Di Maio; Sviluppo economico, Stefano Patuanelli; Economia, Roberto Gualtieri; Affari europei, Vicenzo Amendola; Lavoro, Nunzia Catalfo; Interno, Luciana Lamorgese; Agricoltura, Teresa Bellanova e Ambiente, Sergio Costa.

Lascia un commento