Italia e Belgio completano la “Final Four” della Lega delle Nazioni

MADRID, 18 novembre (EUROPA PRESS) –

Le squadre provenienti da Italia e Belgio questo mercoledì hanno confermato la loro qualificazione alla “Final Four” della Società delle Nazioni, che si svolgerà nell’ottobre 2021, dopo aver vinto i rispettivi gironi battendo Bosnia-Erzegovina (0-2) e Danimarca (4-2) per incontrare Francia e Spagna classificate dal giorno precedente.

Le quattro nazioni che si sfideranno per il titolo nelle fasi finali di questa nuova competizione UEFA. Gli ‘Azzurros’, che nell’ultima giornata hanno raggiunto la vetta del Gruppo 1 di Lega A, non hanno avuto problemi a mantenere il biglietto battendo la Bosnia. La squadra di Roberto Mancini, assente dal COVID, ha vinto con i gol di Andrea Belotti e Domenico Berardi.

La vittoria degli italiani lascia l’Olanda fuori dalla “Final Four” nonostante la vittoria dell’ultima giornata contro la Polonia (1-2). L’oranje, che ha iniziato a perdere con un gol di Jozwiak durante la visita a Chorzow questo mercoledì, ha ottenuto la prima vittoria da quando Ronald Koeman se n’è andato grazie ai gol di Depay – rigore – e Wijnaldum, che ha stabilito la finale 1 -2 a cinque minuti a 90.

Da parte loro, il Belgio non mancherà all’appuntamento anche dopo aver infranto la Danimarca (4-2) in una partita con Romeul Lukaku, che è ancora carino quando indossa la maglia “diavolo rosso”. L’attaccante dell’Inter ha segnato 46 gol nelle ultime 47 partite con la nazionale belga. Questo mercoledì ha firmato un nuovo doppio.

La squadra guidata da Roberto Martínez si è portata in vantaggio al tre minuti con un gol di Tielemans, anche se poco dopo Jonas Wind ha pareggiato i danesi. Nella ripresa è arrivata la doppietta di Lukakus e la ciliegina sulla torta di Kevin de Bruyne, che ha concluso la vittoria belga a due minuti dal termine. In questo modo, il Belgio combatte insieme ad italiani, spagnoli e francesi per il titolo e per sollevare il Portogallo da campione della Nations League.

In quest’ultima giornata, Bosnia, Svezia e Islanda hanno dovuto retrocedere in Lega B e aspettare che si giocasse Svizzera-Ucraina, squalificata dal COVID, e la quarta respinta. Austria, Ungheria, Galles e Repubblica Ceca saranno promosse nella massima divisione della nuova competizione UEFA. Le quattro squadre hanno ricevuto il biglietto l’ultimo giorno.

Inoltre, le squadre che non vengono utilizzate nelle prime divisioni sono state promosse alla Lega B. È il caso dell’Armenia, guidata dallo spagnolo Joaquín Caparrós, che ha celebrato la sua promozione allo stesso modo di Montenegro, Albania e Slovenia, che prenderà il posto che hanno lasciato Turchia, Slovacchia e Bulgaria.

Alla fine, le squadre di Gibilterra e Isole Faroe sono salite alla Lega C come vincitrici dei gironi, mentre Estonia, Cipro, Kazakistan e Moldova saranno retrocesse in D al termine della classifica del girone.

Lascia un commento