La BCE accoglie con favore la tendenza al consolidamento “incoraggiante” a seguito di fusioni come quelle delle banche spagnole

MADRID, 23 marzo (EUROPE PRESS) –

Andrea Enria, Presidente del Consiglio di Sorveglianza della Banca Centrale Europea (Bce), ha sottolineato che nell’ultimo anno c’è stato un “trend incoraggiante” nell’Eurozona tra le banche coinvolte nei processi di consolidamento legati alle operazioni svolte dalle società italiane Intesa Sanpaolo e UBI Banca oltre alle spagnole CaixaBank e Bankia o Unicaja Banco e Liberbank.

“Tutte queste banche sono state proattive al riguardo, il che ha acceso nuovi dibattiti nei consigli di altre società”, sottolinea il capo del braccio di vigilanza della Bce in un’intervista introduttiva pubblicata nell’Annuario della vigilanza della Banca centrale dell’Eurozona.

Su questo tema, Enria sostiene che processi di aggregazione aziendale “ben pianificati” possono aiutare le banche a diventare più redditizie, investire di più nella trasformazione digitale e, in ultima analisi, aumentare la loro redditività.

Allo stesso modo, il capo del consiglio di sorveglianza della BCE ritiene che il consolidamento possa anche aiutare ad eliminare la sovraccapacità del sistema bancario sorto alla vigilia della grande crisi finanziaria.

In questo modo, Enria ricorda che la BCE ha pubblicato una guida all’inizio del 2021 per chiarire la posizione dell’autorità di regolamentazione sui processi di consolidamento bancario nell’area dell’euro e per confermare il suo sostegno ad aggregazioni di imprese “ben progettate ed eseguite”.

A tal proposito, l’Istituto ha affermato a gennaio che “i piani di integrazione credibili non saranno penalizzati dalla fissazione di requisiti patrimoniali di secondo pilastro più elevati” e ha rilevato che questo è il punto di partenza per la determinazione del livello di secondo pilastro (P2R) e dei requisiti patrimoniali la Il secondo pilastro è (P2G) dell’entità risultante dalla fusione è “la media ponderata dei valori P2R e P2G2 che si applicano alle due entità prima del consolidamento”.

Lascia un commento