La Discovery Foundation riceve finanziamenti per un nuovo progetto “Eramus +” per promuovere l ‘”educazione verde”.

SIVIGLIA, 6 FEBBRAIO (EUROPA-PRESSE) –

La Discover Foundation, finanziata dal Ministero della Trasformazione Economica, Industria, Conoscenza e Università, ha ricevuto finanziamenti europei attraverso il programma Erasmus + per un progetto finanziato da un consorzio internazionale insieme ad altre otto istituzioni e centri educativi in ​​Italia, Grecia ed Estonia, e durerà fino al 2022.

Migliorare la formazione degli insegnanti nell’educazione ambientale; Incoraggiare lo scambio di condivisione di buone pratiche per l’insegnamento relativo all’ambiente e al clima, nonché connettersi alle carriere accademiche o promuovere il miglioramento dell’apprendimento sperimentale al di fuori della classe sono alcuni degli obiettivi segnalati di Promoting Green Education in Schools (Green-EDU) in una dichiarazione della Discover Foundation.

Il consorzio andaluso è coordinato da Euphoria Net Srl (Italia) insieme a Discover e forma l’istituto di scuola secondaria “Albert Einstein” (IES) a Siviglia. L’iniziativa adotta un approccio multidisciplinare con il desiderio di vedere la conoscenza da un punto di vista scientifico.

Pertanto, ogni paese contribuisce con un’istituzione scientifica e un’istituzione educativa che condividono esperienze, metodologie ed estraggono un elenco di migliori pratiche ambientali che devono essere adottate dagli studenti di età compresa tra 14 e 18 anni provenienti da quattro diversi paesi.

Il progetto prevede la celebrazione di quattro incontri faccia a faccia, uno per Paese, con attività di formazione che vedranno la partecipazione di docenti e ricercatori.

La formazione in Spagna si svolgerà a Granada, dove ci sarà un’azione di apprendimento pratico sull’ambiente e il clima presso la stazione sperimentale di Zaidín (AWZ-CSIC) e l’Istituto andaluso di geoscienze (IACT-UGR-CSIC) Partecipazione di insegnanti e esperti delle altre istituzioni partecipanti al progetto (Spagna, Italia, Grecia ed Estonia).

Dalle sessioni vengono selezionate alcune attività pratiche che vengono successivamente riprodotte dagli studenti degli istituti partecipanti alla Green-EDU.

Come osserva Discover, l’obiettivo è quello di preparare gli insegnanti a incorporare e integrare l’educazione ambientale nella scuola e a sviluppare le loro abilità e metodi nello sviluppo di attività interattive e pratiche mentre “incoraggiandoli a stimolare e stimolare l’immaginazione degli studenti sono innovativi”.

Il personale docente e gli studenti partecipanti creano una pagina “about” per il progetto e un archivio di tutorial video delle attività su cui ciascuna organizzazione sta lavorando. “Tutti sono progettati per coinvolgere gli studenti in sfide reali, per servire da modello e per essere replicati a livello europeo”.

Queste attività hanno anche lo scopo di “sviluppare le capacità di pensiero critico e creativo e la capacità di ricerca degli studenti”. Qualsiasi lavoro sviluppato verrà infine divulgato con il supporto di una strategia di diffusione globale per avvicinarlo alla comunità educativa e ai cittadini.

Lascia un commento