La pandemia ha già provocato più di 85mila morti in Italia

MADRID, 23 gennaio (EUROPA-PRESSE) –

La pandemia di coronavirus ha causato più di 85mila morti in Italia da quando l’allerta sanitaria è stata dichiarata nel febbraio dello scorso anno. Lo emerge dall’ultimo bilancio pubblicato sabato dal governo italiano, che descrive un calo giornaliero dei contagi con 13.331 morti, 14.000 il giorno precedente, anche se il numero dei decessi è aumentato: da 488 a 472 il venerdì.

Secondo il Ministero della Salute italiano, 2.455.815 persone sono state infettate da COVID-19 nel Paese europeo, mentre le morti per malattia sul suolo italiano sono 85.162.

In calo, invece, anche il numero dei ricoverati in terapia intensiva con la malattia: 2.386 pazienti, per un totale di 21.403 ricoverati in ospedale. Un totale di 1.312.275 italiani hanno ricevuto il vaccino, 40.000 dei quali hanno ricevuto la seconda dose.

Il paese registra 498.834 casi attivi e un totale di 1.871.189 dimissioni mediche dopo 16.062 dell’ultimo giorno.

Lascia un commento