La società di consulenza spagnola atSistemas sbarca in Portogallo e sta portando avanti il ​​suo processo di internazionalizzazione

MADRID, 5 novembre (EUROPE PRESS) –

La società di consulenza spagnola per i servizi digitali di Sistemas ha compiuto un nuovo passo nella sua strategia di internazionalizzazione con lo sbarco in Portogallo, terzo mercato dell’azienda, presente in Spagna dal 1994 e in Italia dal 2019.

In una dichiarazione, atSistemas indica che il suo scopo è quello di posizionarsi come “uno dei principali riferimenti” nel settore dei servizi della tecnologia dell’informazione e della comunicazione (ICT) nel paese portoghese, che ha raggiunto un accordo per collaborare con il produttore di Software Atlassian per la produttività e la collaborazione.

“La comprovata esperienza nell’implementazione di questi strumenti per oltre 200 clienti consente alla società di consulenza spagnola di offrire un’ampia gamma di soluzioni digitali nel mercato portoghese”, ha affermato atSistemas.

L’azienda, che impiega più di 1.400 persone tra Spagna e Italia, sottolinea che il suo ingresso in Portogallo, nell’ambito della sua strategia di internazionalizzazione, il cui focus principale è sul continente europeo, è determinato dopo la scommessa con l’Italia.

Il gruppo atSistemas ha realizzato vendite per oltre 70 milioni di euro nel 2019 e prevede una forte crescita nel 2020. L’azienda offre attualmente soluzioni innovative e supporta più di 350 clienti nella loro trasformazione digitale.

L’amministratore delegato e co-proprietario di atSistemas, José Manuel Rufino Fernández, ha confermato che con questa apertura vogliono dimostrare il loro impegno per la crescita del business digitale dei loro clienti, “soprattutto in un anno come questo, che è colpito dalla pandemia Covid-19 è “.

“Il nostro obiettivo è diventare uno dei punti di riferimento nel settore dei servizi ICT nel mercato portoghese, promuovere lo sviluppo delle loro aziende e organizzazioni e portarle avanti nella trasformazione digitale essenziale in cui viviamo”, ha affermato Rufino, che ha ammesso a la volontà ha ricordato il sostegno all’occupazione nelle regioni in cui opera.

Lascia un commento