La Spagna, in fondo all’Europa per numero di colonnine di ricarica, con solo 10 ogni 100.000 abitanti

MADRID, 5 marzo (EUROPA PRESS) –

In termini di stazioni di ricarica per veicoli elettrici, la Spagna è ai vertici dell’Europa, poiché ci sono appena 10 stazioni di ricarica ogni 100.000 abitanti sul territorio nazionale, in ritardo rispetto a paesi come Italia, Francia o Portogallo e molto lontani da Norvegia e Islanda con più rispettivamente di 160 e 140 Stazioni di ricarica ogni 100.000 abitanti.

Secondo un rapporto preparato dall’Associazione economica per lo sviluppo e la promozione della mobilità elettrica (Aedive), la Spagna è solo davanti ai paesi con Islanda o Portogallo e su un livello simile a Svizzera e Paesi Bassi in cifre lorde.

“Abbiamo iniziato a cambiare tendenza solo lo scorso anno. Tuttavia, l’Italia è molto più avanti di noi e solo Portogallo e Islanda sono nettamente inferiori. Tutti i 100.000 abitanti sono dietro le più importanti potenze europee”. Mi sono lamentato di Aedive.

Il numero di stazioni di ricarica accessibili al pubblico installate in Spagna alla fine del 2020 era 7.971, 2.468 in più rispetto all’anno precedente, il 45% in più. Di questi, circa 6.200 caricatori con un massimo di 22 kilowatt, il 78% della potenza totale, mentre circa 1.750 hanno una potenza di oltre 22 kilowatt, il 22% della potenza disponibile.

Dato il numero di veicoli elettrici plug-in e le stazioni di ricarica accessibili al pubblico, il rapporto tra i due attualmente dà un tempo di 12 a 1, che è un aumento del 33%.

“A breve termine, questa situazione richiederà un aumento significativo delle strutture di ricarica ad accesso pubblico poiché la flotta di veicoli elettrici cresce di oltre il 70% rispetto alla crescita della struttura del 45%”, ha affermato Aedive.

Per quanto riguarda il numero di caricatori veloci e ultrarapidi necessari in Spagna, l’associazione ha affermato che l’80% delle esigenze di ricarica degli utenti di veicoli elettrici proviene dal punto di ricarica di casa o del posto di lavoro.

Tuttavia, secondo i suoi calcoli, almeno 2.220 posizioni su strade spagnole di tutti i tipi saranno preziose. Se ci sono una media di quattro caricabatterie in ogni posizione, significa 8.880 caricabatterie veloci e ultrarapidi. Ciò consentirebbe di avere una stazione ogni 300 chilometri. Un obiettivo che deve essere rivisto man mano che la flotta cresce.

Per raggiungere tutti questi obiettivi, l’organizzazione ha sottolineato l’importanza di aumentare l’ambito del Piano di carico dell’infrastruttura di Moves. che le strutture su suolo pubblico siano pubblicizzate in modo omogeneo; uno sportello unico per le amministrazioni per fugare dubbi sui permessi e per velocizzare le procedure o per dichiarare infrastrutture con più di 250 kilowatt di interesse strategico nazionale.

Lascia un commento