L’aeroporto di Catania chiude dopo un’esplosione di incendi e ceneri sull’Etna

ROMA, 16 febbraio (DPA / EP) –

Il vulcano Etna sull’isola meridionale italiana della Sicilia ha emesso in modo drammatico fuoco e cenere in un’esplosione nella parte sud-orientale della montagna, costringendo l’aeroporto di Catania a paralizzare le sue operazioni.

Gli utenti dei media locali e dei social media hanno condiviso foto e video dell’evento, mostrando un enorme fumo che si alza dal cratere quando la lava cade lungo il pendio in un incidente senza danni o lesioni riportate.

Secondo l’agenzia Adnkronos, il flusso di lava ha raggiunto un’altezza di 2.000 metri.

L’aeroporto di Catania ha temporaneamente cessato le operazioni poiché la cenere è caduta su balconi, case e strade dopo essere volata per più di un chilometro nell’aria, rendendo il volo pericoloso.

Questi eventi non sono rari sull’Etna, che è alto 3.300 metri ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Lascia un commento