L’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo muore in un attacco a un convoglio dell’Onu nei pressi della città di Goma


MADRID, 22 febbraio (EUROPA-PRESSE) –

L’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), Luca Attanasio, è stato ucciso in un attacco a un convoglio della Missione di stabilizzazione delle Nazioni Unite nella RDC (MONUSCO) nei pressi della città di Goma, nell’est del Paese.

Il ministero degli Esteri italiano ha dichiarato che un membro dei Carabineros che faceva parte della guardia del corpo è morto insieme ad Attanasio. “L’ambasciatore e l’esercito erano a bordo di un veicolo di un convoglio MONUSCO”, ha aggiunto, come riporta l’agenzia di stampa italiana AdnKronos.

La morte di Attanasio è stata confermata anche dal portavoce del Parco nazionale Virunga, che ha segnalato un tentativo di rapimento contro funzionari delle Nazioni Unite, secondo il portale di notizie congolese Actualité.

Il presidente della società civile dell’area del Nyiragongo, Mambo Kawaya, ha indicato che anche l’autista del veicolo è tra i morti, prima di aggiungere che il luogo dell’evento è lo stesso in cui due turisti britannici sono stati rapiti nel 2018.

Lascia un commento