L’Italia aggiunge 5.724 contagi in più ed è già vicina ai picchi della prima ondata di epidemie

MADRID, 10 ottobre (EUROPE PRESS) –

Il governo italiano ha segnalato 5.724 nuovi contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore questo sabato, un nuovo record per la seconda ondata che nei grafici è già molto vicino ai numeri della prima ondata. Inoltre, il bollettino quotidiano contiene 29 nuovi decessi, 36.140 decessi e un totale di 349.494 casi.

Le statistiche mostrano anche un aumento di 4.719 casi attivi per un totale di 74.829, mentre le persone che hanno superato la malattia sono 238.525 dall’inizio della pandemia, dopo aver aggiunto 976 dimissioni nelle ultime 24 ore.

Per regione, la Lombardia ha registrato il maggior incremento con 1.140 nuovi positivi, seguita dalla Campania con 664 e dal Veneto con 561. Nessuna regione ha segnalato alcun contagio nelle ultime 24 ore.

Intanto il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato la richiesta di un incontro urgente con il comitato tecnico-scientifico per valutare la situazione e la possibilità di nuove misure per frenare l’aumento dei contagi.

Speranza si è concentrata in modo specifico su interventi “mirati e localizzati”, che includono la creazione di “zone rosse” locali evitando così chiusure generali

Il ministro ha anche avvertito che l’Italia “non è uscita dalla fase difficile” e ha difeso la necessità di un “patto Paese” a livello politico “per il futuro”.

Secondo la Johns Hopkins University, il coronavirus ha ucciso 1.068.772 persone e infettato 36.921.422 in tutto il mondo.

Lascia un commento