L’Italia aggiunge altri 1.400 casi mentre si prepara per iniziare la scuola lunedì

MADRID, 9 settembre (EUROPA PRESS) –

L’Italia ha registrato altri 1.400 casi nelle ultime 24 ore, portando la pandemia a più di 281.000 contagi in un momento in cui il Paese si prepara a tornare alle lezioni in quasi tutto il Paese lunedì prossimo.

Secondo il ministero della Salute, nell’ultimo giorno ci sono stati 1.434 nuovi contagi e altri 14 decessi. Questo lascia la pandemia con 281.583 casi e 35.577 morti. Inoltre, 211.272 pazienti sono guariti, altri 471 in più, mentre 150 pazienti sono stati ricoverati nel reparto di terapia intensiva, sette in più rispetto al giorno prima.

Il premier italiano Giuseppe Conte è apparso in una conferenza stampa questo mercoledì per discutere del “ritorno a scuola” previsto per il 14 settembre nella maggior parte delle regioni. Il presidente ha assicurato di “sentirsi tranquillo” nell’accompagnare il figlio a lezione e ha avvertito che “sicuramente ci saranno nuovi contagi”.

“Siamo consapevoli che iniziare la scuola è una grande sfida”, ha ammesso Conte, il quale ha però rifiutato di considerare il risultato come un “test per il governo”. Senza tralasciare la responsabilità dell’esecutivo, il presidente del Consiglio ha sottolineato che “la scuola è una responsabilità collettiva” che comprende le autorità a tutti i livelli, ma anche le famiglie.

Tra le misure previste, ha spiegato, ci sono “ingressi sfalsati” e l’uso di una maschera “agli ingressi, alle uscite e in viaggio, ma non alla scrivania”. In caso di infezione, “nel peggiore dei casi, un’intera classe potrebbe essere messa in quarantena”.

Conte ha anche ricordato che in questo caso i genitori “avranno la possibilità di beneficiare del telelavoro o del congedo parentale”, come previsto dall’ultimo decreto approvato dal governo.

BERLUSCONI DICE CHE NON DESIDERA COVID “SU QUALCUNO”

Nel frattempo, l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ricoverato in un ospedale di Milano con il COVID-19, ha riconosciuto che questa è la “peggiore esperienza” della sua vita, secondo il quotidiano “Il Giornale” di proprietà della sua famiglia. Questo è il messaggio che ha inviato al telefono ai membri di Forza Italia durante una riunione oltre che durante un comizio elettorale.

“È un virus terribile che non voglio che qualcuno rimanga sintonizzato su tutto e si metta le maschere”, ha chiesto l’esperto politico. “È un’esperienza davvero brutta”, ha ammesso. “Sto facendo tutto il possibile e spero di riuscirci”, ha confidato Berlusconi.

Nella sua parte medica finale, il capo del reparto di terapia intensiva dell’ospedale dove era stato ricoverato e il medico personale di Berlusconi Alberto Zangrillo hanno indicato che l’infezione polmonare da lui presentata si stava sviluppando positivamente. “Tutti i parametri monitorati sono molto rassicuranti”, ha detto. All’ex primo ministro è stata diagnosticata una polmonite bilaterale a causa del COVID-19.

Lascia un commento