L’Italia estende le restrizioni a causa della situazione del coronavirus fino alla fine di aprile

MADRID, 1 aprile (EUROPE PRESS) –

Il governo italiano ha annunciato mercoledì che estenderà una serie di restrizioni a causa della situazione del coronavirus fino al 30 aprile.

Il decreto approvato, che entrerà in vigore dal 7 aprile, stabilisce il divieto nel Paese, nonché le visite a familiari e amici nelle zone rosse e la continuità della chiusura di bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre e piscine. secondo ‘La Repubblica’.

Un altro provvedimento è la vaccinazione obbligatoria di “imprenditori, professioni sanitarie e operatori sanitari che lavorano in strutture sanitarie pubbliche e private, strutture sociali e assistenziali, pubbliche e private, farmacie, parafarmacie e studi professionali.

Questa misura è in risposta al fatto che alcuni membri del personale medico sono scettici sulla campagna di vaccinazione, secondo l’autorità per la protezione dei dati.

La nuova normativa prevede anche la riapertura delle scuole per minori e la fine graduale della formazione a distanza per gli studenti più grandi.

Passando agli ultimi dati, il Ministero della Salute italiano ha riferito nelle ultime 24 ore che sono stati diagnosticati 23.904 casi positivi e sono stati confermati 467 decessi, il che significa che 109.346 persone sono morte e 3.584.899 infette da quando è scoppiata la pandemia. di questi, 2.913.045 sono recuperati.

Lascia un commento