L’Italia supera 87.000 morti per COVID-19 dopo aver aggiunto quasi 500 persone nelle ultime 24 ore

MADRID, 28 gennaio (EUROPA PRESS) –

L’Italia ha superato le 87.000 morti per COVID-19 questo giovedì, un numero che è sceso da 492 nelle ultime 24 ore, secondo il ministero della salute del paese.

In particolare, dall’inizio della pandemia sono morte sul suolo italiano 87.381 persone, lasciando 2.515.507 persone contagiate nel Paese. Quel giorno sono stati verificati 14.372 casi. Inoltre, rimangono attivi 474.617 casi.

La Lombardia continua a guidare la regione italiana, dove si registra il maggior numero di contagi giornalieri con 2.603 nuovi contagi. Dietro di lei Campania ed Emilia-Romagna con 1.313 e 1.265 rispettivamente.

Questo giovedì, i funzionari sanitari hanno eseguito 275.179 test diagnostici per COVID-19 e il tasso di positività è del 5,2%, secondo l’autorità italiana Adnkronos.

Si è invece ridotto di 64 il numero di pazienti ricoverati in unità di terapia intensiva, tanto che in Italia sono rimaste finora 2.288 persone in queste unità. Le normali degenze ospedaliere sono 20.778, 383 in meno rispetto a mercoledì. 1.953.509 persone nel paese europeo sono ora riuscite a riprendersi dalla malattia.

Lascia un commento