L’Italia supera i 3 milioni di casi di coronavirus con quasi 100mila morti

Il paese ha raggiunto il più alto numero di morti annuali dalla seconda guerra mondiale nel 2020

MADRID, 5 marzo (EUROPA PRESS) –

Il ministero della Salute italiano ha riferito questo venerdì che il paese ha superato i 3 milioni di casi di coronavirus dopo aver aggiunto 24.036 da giovedì, nonostante il bilancio delle vittime abbia raggiunto quasi 100.000.

Nell’ultima revisione, i funzionari sanitari hanno affermato che le infezioni sono aumentate a 3.023.129 con 99.271 morti, di cui 297 nell’ultimo giorno.

Tuttavia, dall’inizio della pandemia, un totale di 2.467.388 sono riusciti a riprendersi dalla malattia causata dal virus, mentre il numero di casi attivi supera ora i 450.000, circa 10.000 in più rispetto al giorno prima.

L’Italia ha confermato una ripresa in casi che non sono una buona notizia, ha detto Silvio Brusaferro, direttore dell’Istituto superiore di sanità del Paese.

Ad esempio, Brusaferro ha spiegato l’importanza di abbassare il tasso di positività e ha sottolineato che le infezioni sono attualmente in corso, soprattutto in famiglia, secondo il quotidiano “Corriere della Sera”.

In quest’ottica, ha avvertito che diverse regioni sono considerate “ad alto rischio”, come Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Marche.

IL MASSIMO NUMERO DI MORTI DALLA SECONDA GUERRA MONDIALE

Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica d’Italia (ISTAT), il Paese ha verificato il maggior numero di morti dalla seconda guerra mondiale in un anno, indicando che nel 2020 ci sono stati 746.146 morti.

Secondo l’agenzia di stampa DPA, questo è il 15 percento in più rispetto al numero di decessi registrati ogni anno tra il 2015 e il 2019.

Dopo che la prima ondata di coronavirus ha colpito il paese di circa 60 milioni di persone alla fine di febbraio, anche il numero di morti è stato del 20% superiore alla media degli ultimi cinque anni. Ciò corrisponde a circa 108.000 morti in più.

Sebbene il Ministero della Salute stima che finora siano state infettate poco più di 3 milioni di persone, molti esperti ritengono che il numero di infezioni potrebbe essere molto più alto.

Lascia un commento