L’U-21 vuole lasciare un rivale sulla strada

L’U-21 vuole lasciare un rivale sulla strada

La squadra spagnola cerca i quarti e mette l’Italia poco prima della fine

MADRID, 26 marzo (EUROPE PRESS) –

La selezione spagnola U21 cercherà la classifica per i quarti di finale della squadra europea di categoria, che si giocheranno in Slovenia e Ungheria, e si aggiudicherà la seconda vittoria questo sabato (21/14) contro un’altra candidata come l’Italia. l’ultimo ad essere sconfitto contro quelli di Luis de la Fuente.

Quasi due anni fa, all’inizio della fase finale del Campionato Continentale 2019, la squadra italiana ha superato l’obiettivo originale di Dani Ceballos e ha preso la vittoria per 2-1 per ‘Rojita’ in una citazione che, stranamente, sarebbe finita con quella La Spagna vince la coppa e le sue rivali se non arrivano nemmeno in semifinale.

Le attuali campionesse d’Europa non vedono una sconfitta dal 16 giugno e il mantenimento di questa grande serie di vittorie è essenziale per raggiungere il suo obiettivo di superare questo primo gruppo dopo il positivo esordio contro la Slovenia di mercoledì che era in un ottimo secondo tempo ribaltato, sulla buona strada era una vittoria per 3-0 e sarebbe terminata con una seconda vittoria. Inoltre, sarebbe matematicamente il primo se i cechi e gli sloveni raggiungessero il livello nel loro duello.

L’urgenza è per gli italiani che non hanno avuto la prima che volevano perché non sono riusciti a passare dal pareggio al gol contro la Repubblica Ceca, in una battaglia piena di sfortuna, con un autogol e le espulsioni di Sandro Tonali, che Non giocherà più questa fase dopo essere stato punito con tre cadute, e Riccardo Marchizza, oltre al rigore inflitto a Matteo Gabbia per “aver infranto il codice di condotta” a fine partita.

Gli ultimi due costringeranno Paolo Nicolato a ripetere la sua difesa da tre centri, mentre la mancanza del primo lo priverà di un talentuoso calciatore a centrocampo di una squadra che si dedicherà al suo carattere competitivo e di Gianluca Scamacca, buon capocannoniere. , che farà quanto sopra con il giocatore valenciano Patrick Cutrone forma una coppia.

Resta da vedere se questa maggiore esigenza cambierà l’approccio di una squadra italiana il cui potenziale è teoricamente un po ‘inferiore rispetto a due anni fa, grazie a calciatori come Barella, Pellegrini, Chiesa, Zaniolo o Kean, tutti promossi all’assoluto. di Roberto Mancini.

L’ATTREZZATURA PU CAN ESSERE AGGIORNATA DALLA SORGENTE

“Abbiamo visto tante partite in Spagna e sappiamo che ci aspetta un esame universitario, ma la mia squadra non deve aver paura di nessuno. Se saremo inferiori stringeremo la mano al rivale, ma io voglio un’Italia. che ci penserà per dimostrarlo. ” Qualità senza preoccuparsi di nulla “, ha avvertito Nicolato.

L’allenatore ha ammesso che hanno bisogno di “pazienza e forza mentale” in quanto ritiene che gli uomini di Luis de la Fuente siano meglio controllati ma anche “facciano male” quando hanno la palla. “Sarà interessante competere senza paura o non c’è nessun altro posto dove andare”, ha aggiunto.

Tuttavia, il duello tra i due paesi di maggior successo nella categoria con cinque titoli ciascuno è equilibrato e senza chiari favoriti. Le parole del tecnico italiano lasciano intendere che la sua squadra non avrà problemi a cedere l’iniziativa ai campioni, i quali capiscono che questa seconda partita è molto più difficile di quella di un ospite che li ha appena feriti.

Per questo motivo, è probabile che Luis de la Fuente introduca alcune novità per avere gambe fresche in alcune posizioni. Al momento Zubimendi, che ha dovuto ritirarsi, ha “toccato” con Moncayola, il suo vice mercoledì, e Fran Beltrán come opzioni, mentre Brahim Díaz sta tirando un pugno e la sua presenza è incerta.

SCHEDA DATI.

– POSSIBILI ALLINEAMENTI.

SPAGNA: Álvaro Fernández; Bene, Guillamón, Cuenca, Miranda; Moncayola, Beltran; Puado, Villar, Cucurella; e Abel Ruiz.

ITALIA: Carnesecchi; Del Pratto, Ranieri, Lovato; Zappa, Frattesi, Rovella, Maggiore, Sala; Cutrone e Scamacca.

– Arbitro: Harm Osmer (ALE).

– TAPPA: Ljudski vrt.

– ORE: 21.00 / quattro.

Lascia un commento