Minsait (Indra) acquisisce il 70% dello SmartPaper italiano e si rafforza nel mercato BPO del Paese

MADRID, 12 gennaio (EUROPA-PRESSE) –

Minsait, società di Indra, ha acquisito il 70% della società italiana specializzata in soluzioni e servizi per la gestione dei documenti digitali. SmartPaper rafforza la presenza dell’azienda nel mercato italiano del Business Process Outsourcing (BPO). come riportato da Minsait in una dichiarazione.

“L’accordo consente a Minsait e SmartPaper di unire le forze nel business process outsourcing (BPO) di alto valore e complessità tecnologica, completando la loro offerta completa di trasformazione digitale e promuovendo la proiezione internazionale di questa area di business con un focus su Europa e America Latina “, nota.

SmartPaper è un’azienda italiana specializzata nella progettazione, realizzazione e gestione di soluzioni per l’archiviazione e l’elaborazione digitale dei documenti, con un fatturato di oltre 40 milioni di euro nel 2021.

L’azienda, con sede a Potenza (Basilicata), ha sviluppato il proprio portafoglio in direzione di soluzioni di back office di alta qualità (registrazione clienti, fatturazione, gestione crediti, ecc.) Derivate dal processo di gestione documentale.

L’accordo prevede, oltre al primo acquisto del 70% della società SmartPaper, l’integrazione del 100% delle controllate Baltik e Smartest con le filiali di Treviso e Riga. In totale, il gruppo impiega più di 1.000 persone, “altamente specializzate e con competenze complementari a quelle dei professionisti Minsait”.

Il direttore di Minsait in Italia, Pedro García, ha osservato che l’accordo con SmartPaper mostra ancora una volta il “fermo impegno” dell’azienda per l’espansione in Italia e in particolare nel sud del Paese, dove sono “costantemente” cresciute negli ultimi anni.

“La somma delle nostre competenze è infatti un’opportunità di crescita in Basilicata, offrendo un progetto di vocazione internazionale in un momento cruciale per il Paese in cui è più importante porre le basi per un’economia sostenibile e digitale, che garantisce posti di lavoro qualificati per i prossimi anni “, ha aggiunto.

Dopo la firma, SmartPaper manterrà la propria rendicontazione all’alta dirigenza di Minsait in Italia, che garantisce la continuità del modello di gestione. Con questo obiettivo in mente, il gruppo manterrà anche la propria struttura e il proprio marchio e manterrà i vantaggi competitivi che lo hanno finora contraddistinto.

I partner di SmartPaper Michele di Trana e Pasquale Carrano hanno sottolineato che questa alleanza permetterà loro di ampliare anche le proprie capacità con la presenza internazionale che garantisce l’ingresso in nuovi mercati per garantire “maggiore crescita” e quindi il loro impegno per la terra per rafforzare la regione Basilicata.

In Italia, Minsait ha distribuito più di 1.200 professionisti sul territorio. Grazie all’alleanza con SmartPaper, le aziende danno lavoro a più di 2.200 persone con una forte presenza nel sud del Paese, dove sono presenti sei centri di produzione.

Lascia un commento