“Ogni volta che giochiamo è una finale e ora di più”.

MADRID, 23 febbraio (EUROPA PRESSE) –

L’allenatore del Real Madrid Zinédine Zidane ha assicurato che ogni partita che gioca è “una finale” e “più ora” in relazione agli ottavi di finale di Champions League che si giocheranno mercoledì (21) contro l’Atalanta italiana. “il suo talento offensivo” e “il suo altro gioco”.

“Vogliamo continuare con le ultime partite, conosciamo la partita che dobbiamo giocare e sappiamo da dove veniamo. Ma stiamo facendo bene e ora vogliamo fare una bella partita. Il rivale è diverso, ma niente. ” ci cambia. Lo slancio è buono e dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo. Siamo concentrati e impegnati per la partita di mercoledì “, ha detto.

“Vogliamo sempre fare del nostro meglio e arrivare in finale. Ogni volta che il Real Madrid è in campo, vuole vincere. Ogni partita è importante e quella di domani è ovviamente una finale. Ogni volta che giochiamo è una finale e altro ancora”. Adesso. Si eliminano due partiti, sappiamo che c’è un ritorno ma pensiamo solo a domani “, ha detto.

Inoltre, Zidane ha detto che “non è la Champions League più dura” poiché è l’allenatore del Real Madrid. “È quello che è”, ha aggiunto, riferendosi agli infortuni e all’assenza del pubblico. “Lo sappiamo dall’inizio della stagione ed è lo stesso per tutte le squadre. Alla fine non dobbiamo guardare a queste cose e concentrarci su ciò che siamo, ciò che vogliamo e ciò che abbiamo preparato per la partita. bene “, ha detto.

“Con tutte le difficoltà che avremo (contro l’Atalanta), proveremo a vincere la partita. Abbiamo delle sconfitte, ma ci sono giocatori che sono qui e stiamo entrando in campo per vincere. Come vogliono gli allenatori i miei giocatori vincono sempre “. Non ci accontenteremo mai di meno “, ha detto ‘Zizou’.

Per quanto riguarda il suo rivale, l’allenatore di merengue ha chiarito che sarebbe stata “un’altra partita”. “La rivale è diversa, è una squadra che ha le sue caratteristiche in campo e alla quale dobbiamo rispondere. Prepariamo poche cose e basta, ora dobbiamo giocare anche il nostro calcio”, ha aggiunto il francese, che non ha mai stanco stava lodando il suo avversario. “E ‘una squadra molto offensiva, sono molto bravi e molto forti fisicamente. Sarà una bella partita di calcio”.

E a proposito del suo omologo Gian Piero Gasperini ha sottolineato di “aver fatto un ottimo lavoro con l’Atalanta”. “Quando giocavo con la Juventus si allenava in primavera (filiale) e ha fatto grandi cose. Mi piace come allenatore. La sua squadra ha fatto un ottimo lavoro quest’anno e penso che il club abbia fatto dei cambiamenti in tal senso in quel momento. ” ha commentato.

“A TUTTI PIACE LA STAMPA”

Inoltre, Zidane ha ammesso che la pressione “piace a tutti” per vincere al Real Madrid, ricordando che sa esattamente “dove si trova”. “Non stiamo combattendo solo per la Champions League, stiamo combattendo per tutto qui. Ci siamo abituati. Penseremo di essere qui per giocare un ottavo di Champions League”.

Su altre domande Zidane ha ammesso che uno dei giocatori locali “aveva difficoltà” a “giocare” frequentemente in prima squadra e ha ricordato i “tanti casi” che hanno dovuto lasciare per ritrovare il posto in seguito (Lucas, Carvajal, Asensio …) E si è rammaricato dell’assenza di Karim Benzema, un’altra persona ferita.

“Non ci sono spiegazioni o spiegazioni ragionevoli. Siamo tutti tristi di avere giocatori infortunati. È vero che non abbiamo avuto un inizio di stagione normale perché non abbiamo giocato in preseason, ma come tutte le squadre. Ci sono. Tante sconfitte, ma è la situazione in cui siamo e vorrei anche dire che ci sono altri giocatori qui pronti per questa partita “, ha concluso.

Lascia un commento