Renzi si asterrà dalla mozione da cui dipende la sopravvivenza del governo Conte in Italia

MADRID, 15 gennaio (EUROPA PRESS) –

Il presidente di Italia Viva, Matteo Renzi, ha annunciato che si asterrà dal voto di fiducia che il governo di Giuseppe Conte, a cui apparteneva il suo partito fino a due giorni fa, verrà messo in parlamento la prossima settimana.

Renzi ritiene che l’Italia si stia dirigendo verso un nuovo scenario di incertezza se il legislatore non sostiene l’attuale potere esecutivo, che ora include il Movimento 5 Stelle (M5S) e il Partito Democratico (PD), ma lo ha evitato assumersi ogni responsabilità per questa nuova controversia.

In questo senso, ha confermato in un’intervista a ‘La Stampa’ che Italia Viva si asterrà la prossima settimana e che il presidente del PD, Nicola Zingaretti, è privatamente “più duro” di lui nella sua critica all’operazione in corso. Consiglio dei ministri. Renzi non chiude la porta al suo ritorno al governo, ma questa soluzione sembra essere vista da Conte come esclusa.

L’ultima goccia per Renzi è stata il disaccordo sul piano di ripresa europeo e, sia pubblicamente che privatamente, Conte si rammarica che il Paese sia nuovamente sull’orlo del baratro politico in un momento particolarmente delicato a causa della pandemia COVID -19.

Il presidente del Consiglio si presenterà lunedì e martedì davanti alla Camera dei Deputati e al Senato, dove sosterrà il primo grande test dopo la scortesia pubblica di Italia Viva. Mercoledì e giovedì di questa settimana, ha già incontrato il presidente italiano Sergio Mattarella, che ha sostenuto la transizione graduale e la stabilità.

RUOLO DI SALVINIS

Le soluzioni allo studio includono la creazione di un nuovo governo guidato da Conte – sarebbe la terza di queste legislature – formare un gabinetto tecnocratico o indire elezioni con due anni di anticipo. alla data prevista.

Né il M5S, né il PD o Italia Viva hanno i sondaggi all’orizzonte, sapendo che nuove elezioni potrebbero riportare al potere il partito di centrodestra. La Lega di Matteo Salvini, che ha già governato di pari passo con il M5S nel primo gabinetto di Conte, è elencata come il partito che vuole votare di più nei sondaggi pubblicati nelle scorse settimane.

Salvini si è pronunciato a favore dello svolgimento delle elezioni e ha assicurato che alcuni parlamentari del M5S “bussano alle porte della Lega”, secondo l’agenzia Adnkronos. Riguardo alla possibilità di muovere una mozione di censura, al momento non lo ritiene necessario: “L’hai presentato tu stesso”.

Lascia un commento