Sàmper dice che hanno arrestato anarchici italiani, francesi e spagnoli negli scontri

BARCELLONA, 1 marzo (EUROPE PRESS) –

Il ministro dell’Interno della Generalitat, Miquel Sàmper, ha confermato prigionieri italiani, francesi e spagnoli appartenenti al movimento anarchico durante gli scontri alle proteste di Barcellona per la detenzione del rapper Pablo Hasél.

In una conferenza stampa con il sindaco di Barcellona, ​​Ada Colau, Sàmper ha affermato che sette prigionieri provengono dal movimento anarchico, cinque dei quali italiani, uno francese e uno spagnolo.

Lo ha spiegato dopo una riunione alla quale il Vicepresidente della Generalitat, Pere Aragonès; il Ministro della Presidenza, Meritxell Budó; il più grande dei Mossos d’Esquadra, Josep Lluís Trapero; compreso il vice sindaco per la sicurezza di Barcellona, ​​Albert Batlle, e il sindaco della guardia cittadina, Pedro Velázquez.

Alla domanda sui prigionieri negli scontri, Sàmper ha detto che ci sono degli stranieri: “Ci sono prigionieri di molti gruppi ed eterogenei. Ci sono persone che vengono dall’estero. Dei 14 arresti che sono stati effettuati sabato scorso sarebbero sette sotto il movimento anarchico. . “

Il ministro ha assicurato che l’obiettivo dei Mossos era quello di svolgere un precedente lavoro di mediazione per evitare la deriva violenta delle proteste, ma ha assicurato che “gli organizzatori non avevano alcun desiderio di mediazione”.

Lascia un commento